25 Comments

  1. Cecità in certi casi, cancro alla bocca in altri casi… ma che palle! Meno male che sono una vecchia zitella inacidita e non ho nulla di cui preoccuparmi…

  2. sensazionalismo ad uso e consumo della stampa idiota. Il papillomavirus causa anche il carcinoma della cervice uterina, ma mi risulta che nessuno abbia mai lanciato l’allarme sul sesso vaginale

  3. Beh Davide a dire il vero la donna mediamente informata sa che deve fare un pap-test all’anno in età fertile (il che equivale a dire nel periodo di vita sessuale attiva) proprio per la prevenzione del carcinoma alla cervice uterina.
    Il quale carcinoma per amore della chiarezza ha fra le sue cause ricorrenti un sacco di altra roba, sesso a parte, compresi fumo, stress e altre amenità. Diciamo che la notizia è vecchia in entrambi i casi, non che nessuno abbia lanciato allarmi per il sesso vaginale. Chiaro che la notizia esce ora per amore di sensazionalismo e scandalo da parrucchiera. Altrettanto chiaro che tutte le malattie sessualmente trasmesse valgono per il sesso orale esattamente come per il sesso vaginale o quello anale. Insomma non è che HIV o HPV si trasmettano solo se c’è rischio di concepimento eh. Non facciamo come Clinton che riteneva il pompino “not sex” . E prevenzione, sempre!

  4. Scusa se ti interrompo, soshee, ma non abbiamo detto la stessa identica cosa? Studio medicina, figurati se mi metto a lanciare messaggi contro la prevenzione; in questo contesto però focalizzo la questione sul sensazionalismo, che imbarbarisce la medicina

  5. per inciso, mi permetto bonariamente di farti una pulce, visto che hai fatto la maestrina dalla penna rossa: il PAP test permette lo screening relativo all’infezione da HPV e va eseguito dalle donne a partire dall’età dei primi rapporti (quando non sei più fertile smetti? non è equivalente). Ciò e vero e, mi auguro, sempre più risaputo. Nessuno però si è mai sognato di dire “il sesso fa venire il cancro”, perchè le campagne di sensibilizzazione devono passare attraverso un messaggio rigoroso, non fuorviante o, peggio, banalizzante. Altrimenti è come dire che “attraversare la strada può causare lo spappolamento della milza” o “bere a tavola provoca la pancreatite acuta”

  6. davide per quanto io concordi pienamente con te per quello che riguarda l’aspetto informativo (e cioè la necessità di non dare notizie di tipo “medico” con la stessa leggerezza con la quale si scrive un articolo su “Top Girl”), non lo sono più di tanto per quello che riguarda l’informazione “quando fare il pap-test”. Per motivi che non ti sto a dire di pap-test e screening ne so a pacchi e ti posso assicurare (non per fare la maestrina dalla penna rossa, è che l’informazione piace molto anche a me) che il pap test non si fa genericamente in età di attività sessuale, ma si fa dai 25 ai 64 anni a prescindere dalla presenza o meno di attività sessuale. Questo perchè se pure sembra abbastanza provato che l’HPV (soprattutto quelli di tipo 16 e 18) sia legato olltre che ad una maggione incidenza di forme neoplastiche della cervice uterina anche al contagio per via sessuale, non c’è in realtà nulla che provi la stretta relazione fra l’attività sessuale stessa e la presenza del virus. Come dire è a rischio anche la Bindi. Le cause dell’HPV (che tra parentesi è lo stesso che fa venire l’herpes simplex labialis) sono ad oggi considerate molteplici. Aggiungi poi che il pap test ovviamente non serve solo a localizzare l’HPV, anzi di suo non lo fa affatto, distinguendo esclusivamente l’eventuale presenza di modificazioni delle cellule vaginali, modificazioni che possono ricorrere in casi che con l’HPV non hanno niente a che fare.
    La diagnosi dell’HPV viene fatta attraverso esami diversi dal pap-test, che in questo caso da solo un’indicazione (se pur molto valida).
    Sia quindi chiaro che il Pap-test va fatto a prescindere dall’attività sessuale e che l’HPV può essere contratto in altri modi che non con l’attività sessuale.

    Per chi fosse totalmente disinteressato all’aspetto puramente sanitario della cosa e volesse sapere invece se esiste o meno il pericolo di contrarre HPV con il sesso orale (ma non solo quello) beh, mi viene lo sconcerto. Anni e anni di informazioni e ci sono ancora dubbi?
    Ecco ora mi sento bacchettona.
    Che dire. Fate sesso, in abbondanza. Ma fate sesso sicuro.
    Visto che ho avuto l’appellativo di Maestrina, vado avanti e riassumo con uno schemino che aiuti a capire i rischi:
    – Bacio: rischio di mononucleosi e scarlattina (anche carie ma raramente)
    – Petting: senza contatto fra genitali rischi molto bassi
    – Rapporto completo senza barriera fisica: rischio di HIV, HPV, epatite B, trichonomas, sifilide, gonorrea, condilomi acuminati…(tutto insomma)
    – rapporto completo con spirale: come sopra più rischio aumentato di contagio da HIV e epatite B per via delle microlesioni che la spirale puo’ causare.
    – Rapporto orale: rischio di HIV, epatite B in caso di eiaculazione, per il solo contatto rischio di condilomi del cavo orale delle corde vocali e della laringe

    etc.etc.etc.

    Quindi si, il sesso orale è pericoloso. Il sesso in generale lo è. Ma se “sicuro”, quindi fatto con compagni stabili (e sani) o con le dovute protezioni è meraviglioso no?

    non ci resta che darci da fare. ;)

  7. Non vorrei non fosse chiaro: Davide, chiaramente condivido quello che hai detto, soprattutto per la parte di ricerca del sensazionalismo da giornaletto.
    Non solo credo sarebbe assurdo dire una cosa tipo “il sesso fa venire il cancro”, ma anzi, proprio perchè una delle cause riconosciute in moltissime patologie neoplastiche è lo stress (per non parlare dei danni delle forme depressive), mi sento di dire il contrario. Fate sesso. A chili. Manciate di sesso. Sesso come piovesse. Con criterio :)

    Del resto (e questa si che è una notizia soprattutto per i maschietti), pare dimostrato che le sostanze (tipo endorfine, dopamine etc…) che l’organismo naturalmente rilascia a seguito di un orgasmo siano curative di una larga tipologia di malanni, fra i quali, attenzione attenzione, il mal di testa.
    Come dire, la prossima volta che la vostra compagna tenterà la scusa dell’emicrania, potrete sempre dirle che lo fate per il suo bene! :)

  8. Maestrina (ahò, detto con stima), l’Herpes labialis, innanzitutto, è causato dall’HSV, non dall’HPV. Da un Herpesviridae, cioè, non da un Papillomavirus. Adesso anche io sono un maestrino, quindi possiamo continuare da centrocampo come se nulla fosse. Hai scritto “età fertile”. Tu conti di essere ancora fertile a 64 anni? Urka. Io colloco la menopausa circa una decina di anni prima

    Non è che chi più scrive, meglio scrive, eh? Anche perchè continui a fare resoconti di roba che – non lo nego – può assumere il valore meritorio di pubblicità progresso, ma personalmente mi lascia insensibile: ho dato Ginecologia il 28 gennaio, e nonostante numerosi tentativi di dimenticarla, non ci sono ancora riuscito.

    Ora, per dare maggiore evidenza e “carisma” a quello che ho scritto dovrei fare un trattatone su Herpes Simplex e Varicella Zoster? Sì, potrei, ma a che servirebbe?

  9. >La percentuale maggiore di persone affette da tumore alla bocca, dal 70 al 90%, rimane quella dei consumatori abituali di alcool e fumo.<
    Chi pratica il sesso orale, invece, si ferma al 69.

  10. Non ne so nulla di ‘sta roba, però a spanne una donna fertile a 64 anni è come avere la Ferrari con le ruote bucate. Non te ne fai nulla. :D

  11. Mio adorabile odioso de’Rossi, ho avuto la sventura di conoscere una persona che a 60 anni passati ha fatto un figlio.
    mai porre limiti alla provvidenza!

    Per il resto la mia mica è una gara. Portavo solo un’esperienza, non uno studio. I miei studi sono di tutt’altra orgine. Ripeto, si tratta di esperienza.

    Fai i trattatoni che ti pare, il mio senso voleva solo essere quello di spingere all’attenzione. Che non vuol dire allarmismo, vuol dire appunto attenzione.

    :)

    Resta valido il consiglio (vedo prontamente accettato da fabrizio :P) di fare sesso. A profusione :)

Rispondi