Finchè c’è guerra.

Dopo averci rotto per mesi con le notizie (false) di tangenti su Telekom Serbia, arriva adesso l’affermazione che “l’Ulivo finanziò un dittatore”
Magari il nano si potrebbe ricordare di quella firma apposta nell’agosto del 2001 e ratificata nel 2003 sull’accordo di reciproca promozione e protezione degli investimenti con la Tanzania. Lungi da me dall’accusare che là ci sia un dittatore, però proprio un paese daisaniprincipi non mi pare. Chi è senza peccato..

(Visited 2 times, 1 visits today)

21 Comments

  1. il nano di gomma, che di finanziamenti ne sa qualcosa, si nutre di batuffoli d’aria. E’ solito riempirsi la bocca di libertà, per poi restituirla al mondo sotto forma di poderose scoregge.
    Abbasso il cielo azzurro colle nuvolette, SILVIO tieniti la forza e ridacci l’ITALIA.
    La boutade sul finanziamento al dittatore è l’ennesimo strepito di chi ha capito che la pacchia è finita… questo probabilmente è il periodo più pericoloso, quello in cui può accadere di tutto. C’è stata in passato gente nel nostro paese che ha avallato le peggiori nefandezze pur di mantenere il potere in periodi di incertezza. Speriamo non si debba fare i conti nuovamente con quei tempi.

  2. purtroppo noi italiani agli stranieri dobbiamo rispondere sul fascismo, sulla mafia, su tangentopoli… quando la storia giudicherà berlusconi, dovremmo vergognarci anche di lui? e saranno perdonati coloro che lo seguono e lo sorreggono? ciampi e altri continuano a dire che dobbiamo andare fieri di essere italiani, ma ci fosse uno che dia una spiegazione di questa fierezza, il motivo…

  3. facciamo finta che quella frase non l’abbia detta berlusconi. Ossia concentratevi sulla affermazione e non su chi quella affermazione ha fatto. E’ vero o no che con quella dissenata operazione è stato finanziato indirettamente (e mica tanto) un dittatore? Rispondete, è vero o no?

  4. È vero.
    Adesso prendi le scarpe nell’armadio, quelle con scritto made in china. Concentrati sulla scritta made in china. Lo vedi il sangue che scorre a piazza Tiananmen? Rispondi, lo vedi o non lo vedi?

  5. Fabrizio, mi sembri lucido e pertinente quasi come l’Annunziata alla Domenica Sportiva.

    E quasi altrettanto obiettivo.

  6. Fabrizio,non credi ci sia una bella differenza tra il comprare scarpe di una nazione e il fare un operazione di dubbia finanza (sapendolo di fare) direttamente con un criminale di guerra.Secondo punto:le mie scarpe le pago.Per Telecom Serbia invece sono stati sperperati indebitamente denari pubblici.Vedi tu se è la stessa cosa

  7. vorrei,”sommessamente”, far notare a tutti che, quando venne concluso l’affare cui si riferisce l’articolo, quello che oggi tutti si affannano a definire dittatore, era una stimato statista, ricevuto a “corte” dei più importanti capi di stato mondiali (clinton compreso) e ritenuto una vera sicurezza per la stabilità balcanica. Il nostro attuale ministro BOSSI, a dire il vero, fece molto di più. Ricordate? Andò a solidarizzare col “mostro” ben dopo la scoperta dei primi eccidi.
    Non cadiamo nelle trappole pre elettorali… qui non si tratta di stabilire chi nel passato abbia fatto delle cose moralmente discutibili, è in gioco il presente di questa fottutissima Nazione.

  8. vorrei far poi notare che l’azionaccia non è comprarsi le scarpe,ma avere rapporti commerciali (con tutto quello che ne consegue) con il paese produttore. esattamente come per il caso telekom. non era proprio difficile da capire

  9. Allora riponi le scarpe nell’armadio, e dimmi se i mille miliardi del indennizzo IMI SIR pagati alla nota famiglia (denaro pubblico) attraverso la corruzione di giudici ha creato o no in forma indiretta, più lenta, nel tempo, rovina e danni ad un numero indetereminato di persone nel nostro Paese?

    Oppure indossa le scarpe e vatti a leggere che l’anno in cui sono stati dati danari alla Serbia era l’anno in cui la guerra era terminata ( poi riprese) e ci fu l’avvallo dei predisposti organismi internazionali che spingevano per favorire una ripresa economica attraverso investimenti economici. Che poi Milosevic usò il denaro come si é visto forse al tempo non é stato previsto ma per assurdo anche da noi non erano prevedibili i danni che il nano sta facendo…

    E mentre lucidi le scarpe ipotizza i danni a persone oneste frutto di leggi comme quelle sulle rogatorie, il falso in bilancio etc etc.

    Mi dispiace ma l’elenco sarebbe veramente lungo e ormai arci noto a chi ha voglia di sentirlo.

    Solo un’ultima cosa, in un Paese normale un fatto come TS avrebbe fatto saltare il governo e numerose teste vicine a esso. Qui tutto scorre tranquillo… nel Paese delle banane.

  10. ma dici a me? rileggendo il mio commento potevo effettivamente essere frainteso. la mia era una risposta per alverman, anche se fossi un berlusconide,e sono la cosa più lontana dall’esserlo(ci tengo a specificarlo) figurati se avrei ancora il coraggio sul caso telekom.che gli affari tra paesi ricchi gonfi di democrazia e dittatori non siano il massimo della coerenza…ma non è una cosa nuova

  11. …quindi, esimio panofsky, dicesi paese normale il paese nel quale si bruciano centinaia di miliardi, per darli ad un dittatore e non deve succedere nulla, ma nel quale un successivo governo se ne deve andare perchè i lavori di una commissione parlamentare che indaga su quell’affare sono intralciati da mestatori?

  12. gentile signor gatto,
    non è normale questo paese, così come non siamo normali noi che stiamo qui a discutere su chi è più stronzo, dando con ciò per scontato che lo siamo entrambi.
    Un paese normale è quello i cui gli stronzi non comandano.

  13. no, non dico a te.
    E come vedi a chi mi riferivo mi ha risposto.

    Il fatto é che la commissione non é stata intralciata ma da quanto risulta da atti (non da miei opinioni)la commissione é stata indirizztata, come lo sono stati quei due pistola del conte e del volpe che sembra ora faranno da capri.

    La differenza non é da poco, inoltre la magistratura (ammesso che anche per te non sia un covo di rossi) sta piano piano smontando con fatti ( e non sono mie opinioni)date, intercettazioni, timbri di avvenuta consegna e ricevuta di atti, fax che comprovano i contatti etc. il fatto che tal Vito da tempi non sospetti stava organizzando e contattava il Trantino per indirizzare gli eventi.
    Che tu voglia poi negare questi e altri fatti dispiace ma mai come in questo episodio le cose sono state così chiare.
    Non mi paga nessuno , é solo una semplice analisi di fatti.

  14. senza contare i rapporti tra il primo governo berlusconi e la jugoslavia in piena guerra+embargo. abbiate un pò di ritegno

  15. Io ho relativizzato per far capire di ciò di cui stiamo parlando. È ovvio che le scarpe e la Telekom non sono la stessa cosa, ma riguarda le nostre sfere di azione.
    Se tu dici che Prodi è moralmente responsabile di aver fatto un accordo commerciale con un paese come la Serbia, mi dici che, nell’ambito delle suo responsabilità ha preso una certa decisione.
    Siccome tu non sei il capo del governo, il tuo ambito è minore. E puoi fare meno “danni”.
    Però così come ci si stracciava le vesti per i soldi a Milosevjc, ci si deve mettere a piangere per i finanziamenti che ciascuno di noi ha elargito a ditte che fabbricano scarpe, giocattoli e similia, impiegando in modo bestiale nostri simili.
    Si chiama morale: se un’azione è immorale, lo è a prescindere dalla somma ed in relazione alle responsabilità di ciascuno.

  16. Io ho relativizzato per far capire di ciò di cui stiamo parlando. È ovvio che le scarpe e la Telekom non sono la stessa cosa, ma riguarda le nostre sfere di azione.
    Se tu dici che Prodi è moralmente responsabile di aver fatto un accordo commerciale con un paese come la Serbia, mi dici che, nell’ambito delle suo responsabilità ha preso una certa decisione.
    Siccome tu non sei il capo del governo, il tuo ambito è minore. E puoi fare meno “danni”.
    Però così come ci si stracciava le vesti per i soldi a Milosevjc, ci si deve mettere a piangere per i finanziamenti che ciascuno di noi ha elargito a ditte che fabbricano scarpe, giocattoli e similia, impiegando in modo bestiale nostri simili.
    Si chiama morale: se un’azione è immorale, lo è a prescindere dalla somma ed in relazione alle responsabilità di ciascuno.

  17. ok , prendo atto che non si può discutere di un problema per volta, che se panofsky fa un pepito o non tromba da una vita o ha scoperto che la sua ragazza è un trans dà la colpa a berlusconi, che è melgio andare su indymedia perchè almeno lì posso dare del cazzone a chi mi pare.
    adieu.

Rispondi