25 Comments

  1. Se le scuse sono quelle che Taormina e altri dovrebbero porgere a tutti (e specialmente agli “indagati”) per il casino di TS, anche io credo di si’, ma data la scarsa dignita’ dei soggetti non ci spero piu’ di tanto.
    Se invece le scuse sono tue perche’ hai cannato il link, considerale accettate tout court, in fondo c’hai provato.

  2. non ho avuto tempo di leggere con attenzione ma sbaglio o la notizia è che qualcuno è andato è stato arrestato (!!!) per diffamazione (!!). In Italia (!!). Nel caso non fosse così mi scuso e mi mangio i punti esclamativi.

  3. Calunnia. L’aggravante è averlo fatto depistando una commissione d’inchiesta parlamentare. Mi pare il minimo per qualcuno che come sport preferito e come fama consolidata ha quella di preparare dossier di disinformazione. E non si può neanche dire che non sussiste il rischio di inquinamento delle indagini. :)

  4. Certo che quel commento mi ha fatto venir tanto la voglia di usare il nuovo mantra del dott. Neri per quanto riguarda la stupidaggini..

  5. “E non si può neanche dire che non sussiste il rischio di inquinamento delle indagini.”: :-)))) Comunque sono ancora (positivamente) esterefatto che u personaggio così sia stato arrestato.

  6. Caro Seminara, leggo nel suo post alcune affermazioni che mostrerebbero (mi perdoni) una certa confusione. Sono convinto che non sia solo demerito Suo, ma che tale carenza di logica derivi da alcuni preconcetti (qui sta il suo demerito) che, invece di essere corretti, vengono amplificati e rafforzati da una informazione parziale (in tutti i sensi; e qesta e’ la parte di cui Lei non e’ responsabile).
    Leggo: “quand’anche non avessero preso tangenti (e non è detto, anzi meglio: finché lo dice la Procura di Caselli, mi sento di pensare il contrario)”. Insomma, qualsiasi cosa accada (che i giudici condannino o assolvano, che i testimoni siano prezzolati menzogneri o onesti cittadini), Lei e’ convinto che i tre in questione siano disonesti. Per carita’, ognuno puo’ credere cio’ che vuole; ma non puo’ pretendere di spacciarlo per verita’. Purtroppo, da quando ci ritroviamo Berlusconi in politica, la ripetizione ossessiva di slogan (spesso improbabili) crea assuefazione nelle teste degli ascoltatori, e l’assuefazione genera quel curioso processo per cui qualsiasi idiozia diventa vera perche’ “lo dicono/sanno tutti”. Una cosa e’ vera, o non lo e’: non conta quanti siano a dirlo, o quante volte venga ripetuta in TV.
    Leggo: “quand’anche non avessero poreso tangenti hanno pur sempre fatto perdere alle tasche di tutti noi 900 miliardi”. Insomma, si da per assodato cio’ che invece sarebbe da dimostrare, ovvero il coinvolgimento dei tre in questione nell’affare. Tenendo oltretutto presente che sul fatto che quei 900 miliardi siano davvero stati pagati “indebitamente” ci sono molte opinioni contrapposte (cosa ne abbiano poi fatto i serbi, non e’ questione. Io mica so come spende i miei soldi il mio salumiere.).
    Leggo: “sommati a quelli perduti da Caselli & C. per sviluppare i teoremi politici conclusisi con le assoluzioni degli imputati”. Beh, sui processi di Mani Pulite molto si e’ detto e molto si dira’. Posso rilevare che se alcuni si sono conclusi (come dice Lei) con l’assoluzione degli imputati, in molti altri casi (Craxi, Bossi, Citaristi, ecc.) si e’ arrivati alla condanna. malignamente, Le segnalo che Berlusconi, tecnicamente, non e’ MAI stato assolto.
    Sig. Seminara, non voglio monopolizzare il blog; mi fermo qui. tenga presente che quasi tutte le affermazioni da Lei firmate soffrono dei medesimi difetti di analisi. Mi permetto di suggerirLe di capovolgere il suo metodo: anziche’ forzare i fatti per adeguarli a opinioni gia’ stabilite, lasci che siano i fatti a formare le opinioni. Mi creda, si trovera’ meglio.
    Cordiali Saluti.

  7. TELEKOM SERBIA: IL DANNO E’ UNA BEFFA.

    Sperpero di danaro pubblico. E’ l’accusa lanciata dal presidente della commissione, Enzo Trantino. Con un limite: non è vera. Marco Tronchetti Provera, presidente di Telecom Italia, ha nominato 3 saggi che riferiranno entro il 31 dicembre. La Corte dei…

  8. TELEKOM BUFALA

    C’è ancora chi parla di un buco di 1500 miliardi di lire. Ma Telecom Italia ha perso molto di meno. E lo stato nulla. Ecco perchè (avendo la pazienza di leggerlo) :) Enzo tarantino, avvocato penalista di Catania eletto nelle…

  9. Il signor Seminara è da perdonare perchè non sa quello che dice: Prodi ha risanato l’Iri che perdeva migliaia di miliardi e dopo che l’ha lasciato,con la presidenza dell’uomo del Caf, Franco Nobili, ha continuato a perderli finchè, tipo Cincinnato, non l’hanno richiamata. Quando Telekom Serbia è stata acquistata anche il Polo era d’accordo, allora, era il boom della New Economy e tutti correvano a comprare aziende telefoniche che poi sarebbero valse molto meno. La stessa Telecom Italia fu privatizzata ad un certo valore e, solo dopo pochi mesi, valeva molto meno….Se poi Seminara è contro il capitalismo tout court si iscriva a Rifondazione e non rompa più le palle….

  10. Credo che il Signor Seminara in passato sia stato comunista, anzi magari ha vissuto persino in Russia…pardon, in Unione Sovietica e abbia deciso nella sua vita di passare al partito socialista e attualmente stravedere per il nanetto di Arcore.
    Ma forse, lo sto scambiando per un’altra persona.

  11. Natalino, ma a me non ha risposto! Le ripeto la domanda: “Lei, da tre anni a questa parte, è più ricco o più povero?”. Sa, perché Berlusconi è molto più ricco. Nel 2003 ha aumentato di 4,7 miliardi di euro il suo patrimonio personale, arrivando a 10 miliardi. Con se stesso, egli ha mantenuto le promesse di boom economico. Con lei le ha mantenute?

  12. Bè, Natalino, l’Ulivo aveva promesso di risanare il Paese sull’orlo della bancarotta e di portare il paese in Europa e tanto ha fatto. Nessuno ci avrebbe scommesso un nichelino. Berlusconi aveva promesso la luna nel pozzo e l’ha trovata solo lui, gli italiani, per ora, si devono accontentare delle sue barzellette, della sua finta faccia onnipresente e delle sue bugie.

  13. Natalino Russo Seminara Lei, insisto, è proprio da perdonare perché delle due l’una: o Lei è anarchico e quindi la sua filippica che coinvolge tutta la classe dirigente della I Repubblica è corretta e merita rispetto(anche se non la condivido in quei termini) o Lei è Berlusconiano e quindi dopo aver beneficiato di tutti i possibili benefici e privilegi della I Repubblica sputa nel piatto dove ha mangiato per far credere di essere nuovo, vergine, innocente, quando non lo è. Scelga Lei ….

  14. L’eurotassa è stata restituita, come no, mi sembra all’80%! In Europa siamo entrati partendo da un debito del 126% sul PIL ed un deficit del 10% annuo. Siamo entrati al 2,7% di deficit. Ci siamo impegnati a rientrare al 60% del debito in 13 anni. Il ruolino di marcia perfettamente rispettato ci ha portato al 108% nel 2001 e lì praticamente siamo rimasti nonostante condoni di tutti i tipi. Non so se lei è un evasore, ma a me scoccia molto: rientro dei capitali, 3 fiscali, edilizia, ed un mezzo previdenziale. La guerra l’abbiamo fatta con la Nato e poi con l’ONU, per fermare lo scannamento che avveniva sotto ai nostri occhi di migliaia di kosovari ed una pulizia etnica con un milione di profughi. La missione è cosa della magistratura, se qualcuno ha sbagliato paga, non ho nessunoo da proteggere. Lasciamo stare Barladini, Ocalan e Arlacchi! La bancarotta italiana l’hanno portati i politici che sono stati fermati da Mani Pulite. E Berlusconi c’entra non a pieno, ma a pienissimo titolo: Dalla P2 a Craxi, dalle concessioni televisive ai favori fatti ai socialisti, e senza dire di altro. A quelli informati è noto a tutti. Forse c’è rimasta qualche “massaia” che non lo sa, rintontita dai telequiz e dalle soap delle sue televisioni. Berlusconi se lavora lo fa per lui, per gli italiani non ha fatto niente di buono. Le ripeto in questo hanno il suo patrimonio è passato da 5,3 miliardi a 10 miliardi. Quando è sceso in politica Fininvest aveva lo stesso debito del paese praticamente stava ad oltre il 100% di debito, che adesso non c’è più. A lui è convenuto molto scendere in politica, a lei non so! Aspetti le nuove promesse che le fa! Sa che dice il suo premier che lavora 20 ore al giorno, lo Stakanov nazionale, che i suoi elettori vanno trattati come bambini di 11 anni, lo sa? Magari adesso tira fuori il marketing one to one e le fa una promessa direttamente cucita sulle sue esigenze e le promette un viaggio oltreoceano. Faccia la letterina a Babbo Natale, vedrà che la soddisferà, magari a Babbo Morto!

  15. Guardi che a Saddam quando stava scannando i kuwaitiani era già stata fatta. Questa è stata fatta con le bugie sulle AdM e decisa dagli americani e basta. Ah, sì, anche da noi, o no?

  16. Scusa devono chiederla coloro che ci governavano quando fu fatto l’affare coi serbi….una roba indegna economicamente, politicamente, moralmente.

  17. La commissione TS non aveva nessuna intenzione di scoprire la verità, voleva solo infangare Prodi e Fassino per controbilanciare le vergogne dei processi di Milano. In caso contrario avrebbero da subito indirizzato le indagini verso le indicazioni dell’inchiesta di Repubblica. Aver dato spazio a dei controinformatori professionisti vuol dire che nell’indagine non c’era sufficiente fagno da schizzare sui politici del centrosinistra. Altrimenti perché avrebbero perso due anni? Il risultato è ai limiti dell’eversione. Aver dato spazio in una Commissione d’inchiesta del Parlamento a soggetti siffatti come la potremmo altrimenti definire?

Rispondi