Precisazioni e perversioni

Di precisazione in precisazione potremmo innamorarci, Genna. Ma non succederà.
Bisogna tentare di immaginarli, gli uomini. Ma mi riesce difficile immaginarti con una maglietta con su scritto “Beppe”.
È più forte di me, vederti scorrazzare su e giù dai sinonimi e contrari cozza con la tua impalpabile virilità.
Ti confesso che leggere le tue pagine non è diverso che addormentarsi con la faccia di Bruno Vespa smisuratamente eccitato in versione dopofestival. Sono entrambe perversioni immaginarie lungi dall’essere realizzate, fonte di incubi preventivi che neanche i neoconi saprebbero teorizzare.
Per chi come me pregusta una vita parassitaria, l’immaginazione è uno sforzo troppo costoso per un caso limite come questo.
Meglio impegnarsi in altro, magari sognare Tony Renis sotto la luna del jazz.
(Scrollatina ed evacuazione sottintese)

(Visited 3 times, 1 visits today)

4 Comments

  1. Quasi quasi pensavo di aver trovato l’anima dei miei sogni. Miliardario (in euro) come sono, bellissimo, con tre (mica due) palle bossiane, risposta stupida sempre garantita, affettuoso ma tosto, tonto ma intelligente, maturo ma ingenuo. Niente da fare, hai sognato Tonyquandoquando, l’unico meglio di me. Addiopersempre.

  2. “.. perversioni immaginarie lungi dall’essere realizzate, fonte di incubi preventivi che neanche i neoconi saprebbero teorizzare..”
    Ursula, io faccio fatica a capirti. ora, non certo per menarmela, ma se sono passato indenne attraverso 5 anni di corso di laurea in filosofia, mi sembra assurdo non riuscire a cogliere del tutto un post con argomento “gli uomini” o “genna sei troppo noioso”. che poi esprimiti come ti pare. però, forse, su un mezzo come questo, dove il tempo e la modalità di lettura sono quelli che sono, un po’ più di semplicità aiuterebbe.

Rispondi