Non basta il culo

Tricicli, ochetti e mediani unticci. Vita grama per noi di sinistra.
Ciò che manca è la forza di mostrare la propria faccia.
Invece ci tocca quella di Prodi, che provoca conati di vomito epilettico solo ad immaginarla.
Ci vuole coraggio per segnare un gol, non basta il culo.

(Visited 16 times, 1 visits today)

29 Comments

  1. lo so che questo commento è forse fuoriluogo, ma “Ciò che manca è la forza di mostrare la propria faccia” scritto da chi scrive post sotto pseudonimo fa decisamente sorridere :)

  2. Ursula ha ragione da vendere! La scelta banalissima di Ligabue, dimostra qual’è il livello culturale di QUESTA sinistra.

  3. ma perchè prendersela tanto con Prodi?
    fino ad ora è l’unico che abbia una parvenza di leader all’interno della sinistra e di sicuro ha più credibilità internazionale del signor B.
    e la sua faccia mette allegria

  4. ma ursula “noi di sinistra” non era Guia Soncini ?
    ursula”noidisinistra”-guiasoncinilFoglio”bloggersegaioli” ?!

  5. “Non mostro la mia splendida faccia perchè poi ti innamoreresti di me. Che palle”
    Sembra sia stata la risposta di Dalema alla domanda sollevata da questo post

  6. “Conati di vomito epilettico”. Vedo che i blog continuano a smerdare alla grande il giornalismo tradizionale

  7. …è proprio vero…’quanto siamo tanti al mondo’… invece di dire che almeno è qualcuno che ha il coraggio di mettercela la faccia lì in mezzo, gli diamo addosso…proprio strani noi di sinistra, così impegnati a buttarci ‘merda’ (scusate le virgolette ma non mi piace il termine…lo trovo appropriato)addosso tra di noi, a fare quelli che sono capaci di spaccare il capello in 4, quelli che ‘hanno senso critico’, che non ci accorgiamo che nel frattempo abbiamo consegnato il paese allo sfascio e noi??? nel frattempo che facevamo?? stavamo lì a discutere a litigare di 4 cazzate (stavolta senza virgolette)…proprio strani noi, che continuiamo a chiamarci noi senza arrenderci all’idea che ormai siamo diversi, troppo diversi, troppo impegnati a stare contro noi stessi x fare muro…
    eccoci qui, rimaniamo puri, moralmente inattaccabili, continuiamo ad interlocuire con vespa, ad avere rispetto.
    Di cosa?
    di Vespa sì…di Prodi no???

  8. Singolare questa idea di Neri di buttare anche un tipino come Ursula (complimenti per il nome, BTW) nella mischia di Macchianera, come se da queste parti si sentisse il bisogno di qualche provocazione.
    Comunque devo ammettere che Ursula, che ci faccia o che ci sia, recita la sua parte quasi alla perfezione. Aggiungerei solo un po’ di imprevedibilità, senno’ in due settimane diventa la caricatura di se stessa.

  9. Sì, ma stiamo sempre a fare quelli con la puzza sotto il naso. Gli altri votano e vincono.
    Noi facciamo del particolarismo, spacchiamo il capello (e anche un po il kaz, scusatemi) in quattro. E non ci va mai bene niente. E sti cazzi. Perdonatemi, ma Prodi mi sembra assolutamente più che decente, sufficientemente pulito e civile da essere votato anche con un po’ di slancio.
    Fin quando non diventiamo gente di bocca buona, gli altri vincono.

    Non capisco come possiamo metterci a fare finezze nel momento in cui abbiamo di fronte Gasparri, Storace, Bossi, Borghezio, ecc.
    Leviamoci dalla merda, innanzitutto. Poi ragioniamo.

    E non venite a dirmi che il centrosinistra è come il centrodestra. Con la scusa che “rossi e neri sono sempre uguali”, alla fine vincono sempre i neri.

    Anzi, domani fondo un movimento, il SDBB: “Sinistra Di Bocca Buona”. Pur di cacciare Berlusconi votiamo quel che passa il convento e non rompiamo i coglioni. Tessere gratis.

  10. Problema per le classi elementari(dopo la riforma Moratti): sommando i casini che Ro..no P.o.i ha combinato all’Iri + quelli a Nomisma + quelli a Roma-Chigi + quelli a Bruxelles-UE, cosa si ottiene? Risposta:il volume della piramide di Cheope meno il numero delle cravatte di cachemere di Bertinotti x il costo di una scarpa di D’Alema.
    E Prodi sarebbe “il nuovo”?
    Avercene di Berlusconi, avercene!!!!!

  11. Ma certo… continuiamo a tirarci bottigliate sulle palle, come faceva quel simpatico personaggio di Aldo,Giovanni e Giacomo… Intanto il nanerottolo continua a farsi i c***i suoi.

  12. Prodi, di per se’, non e’ neanche male; e i “casini” che avrebbe combinato sono ne’ piu’ ne’ meno ordinaria amministrazione per uno che da 30 anni gestisce affari economici e politici ai massimi livelli, nazionali e internazionali. Insomma, come qualcuno ha gia’ detto, avercene.
    Poi, volendo, si puo’ scegliere di fare l’opposizione professionale, il Cretinotti massimalista che siccome non siamo d’accordo sullo 0,006% di aumento agli operai del comune di San Poveraccio Martire mi faccio la lista da solo e perdete tutti. Questi qui si’ che si meriterebbero Berlusconi: ma io non credo di aver fatto nulla di cosi’ grave da doverlo sopportare, e certi discorsi mi fanno proprio incaxxare.

  13. Non incazzatevi: installate il nuovo filtro antispam nella versone contro gli autori blogorroici, banali (vomito epilettico… straordinario) e inemendabilmente inutili.
    Togliete le parole chiave “IKEA” – “grande fratello” – “la talpa” – “TV” e vedrete che anche Ursula vi darà soddisfazioni.

  14. Slowhand scrive: Poi, volendo, si puo’ scegliere di fare l’opposizione professionale, il Cretinotti massimalista che siccome non siamo d’accordo sullo 0,006% di aumento agli operai del comune di San Poveraccio Martire mi faccio la lista da solo e perdete tutti.

    Ora finalmente ho capito, abbiamo bombardato la Serbia per evitare che gli operai di San Poveraccio Martire si accorgessero del mancato aumento. Sei un genio Slowhand.

  15. Come diceva Brontolo-boomerang di Facci: quello di Ursula è solo spettacolo. La gioia della lista unitaria è vera, vera l’energia che si vedeva uscire dalle 5000 persone del Palaeur. E’ la novità felice di trovarsi accanto a gente che nel profondo la pensava come te, la voglia di abbracciarli. Che stava dalla parte della solidarietà, della libertà uguale e dalla quale sei stato diviso e che torna a casa. La lista unica mi fa venire in mente l’Europa, un incontro di uguali ma con diverse sfumature, dove i difetti nazionali e personali si attutiscono, a volte si trasformano in virtù, la gara è al meglio e si esce dalle proprie tare e dalle proprie pieghe. Quando le cose crescono dentro allora il successo è solo questione di tempo, l’energia nuova è la cosa più incredibilmente contagiosa che esiste. E non è finita, c’è la voglia di stare insieme anche a tutti gli altri. E vaffanculo ogni tanto bisogna pure godersela.

  16. Gulp: grazie, ora ho capito che abbiamo fatto la liste separate a perdere perche’ se no magari ci toccava di dover bombardare anche l’Iraq, e perdendo nei casini ci abbiamo messo Berlusconi, e che se la vedesse lui. Questo si’ che e’ geniale. Davvero. E la Sachertorte, l’hai mai assaggiata?

Rispondi