No thank you !

:AgroNews:
L’ultimo Consiglio dei ministri dell’Agricoltura ha prorogato di due anni le deroghe sulle pratiche enologiche per i vini Usa importati in Europa. Sembrava possibile raggiungere un accordo entro il 2003 come avvenuto con altri paesi produttori (Canada e Cile) ma alcune richieste americane sono difficilmente accettabili dall’Europa. Tra le altre cose viene richiesto di aggiungere, udite, udite, il 10% di acqua nei loro vini ma non intendono adeguare la propria legislazione a protezione delle denominazioni di origine. Da parte europea si richiede la cessazione dell’utilizzo da parte degli Usa delle denominazioni generiche tipo Chianti, Sherry, Champagne, che corrispondono ad indicazioni geografiche protette in Europa e la protezione delle indicazioni geografiche protette basata su una adeguata etichettatura.

(Visited 4 times, 1 visits today)

5 Comments

  1. Oltroceano

    La neve che si scioglieva sul tetto ha fatto scorrere l’acqua per tutta la giornata nel doccio in direzione cisterna, aggiungendo un sottofondo vivo di mormorio al panorama bianca intorno. Pare che anche in America usano di riempire le le cisterne di v…

  2. Oltroceano

    La neve che si scioglieva sul tetto ha fatto scorrere l’acqua per tutta la giornata nel doccio in direzione cisterna, aggiungendo un sottofondo vivo di mormorio al panorama bianca intorno. Pare che invece in America usano di riempire le le cisterne di …

  3. Ritengo che l’ultima parola spetti al mercato. L’italiano, placata la sete di tavernello, prima o poi una bottiglia se la compra. E il primato sul rapporto qualità/prezzo lo detiene ancora il prodotto autoctono. Il suggerimento che darei è di operare un sano protezionismo contro i “tavernelli” d’oltreceano. Lì sì che si rischia!

  4. Come sempre gli americani sono liberisti con gli altri e protezionisti con i propri prodotti.
    Da tempo è in corso una splendida controversia per l’uso del nome “Parmesan Cheese” che, ovviamente, per gli USA è considerato un nome comune…
    Negli stati uniti il tempo di protezione del diritto d’autore e’ passato nel giro di un secolo da una ventina d’anni a 90. Era 70 fino a pochi anni fa, ma la Disney stava per perdere i diritti su Topolino…

  5. Credo che l’Europa potrà sopravvivere più bene con la vasta produzione locale o, a livello più che altro di curiosità e sfizio, con altri nettari esotici …

Rispondi