Sono forti questi svedesi

Ero all’Ikea, che so essere un must degli amisci blogghisti, quando una voce suadente – anticipata da un dlin dlon in abete – ha detto: “Avviso a tutti i bambini: al piano terra laboratorio di manualità”.
Ma perché i bambini fanno laboratori (di manualità, di acquaticità, di ponghismo) e non invece – come una volta – giocano con il legno, imparano a nuotare e a modellare il pongo?
E non venite a dirmi che questo linguaggio così articolato, eufemistico, metaforico è colpa degli svedesi, che – invece – so essere molto pratici e sbrigativi.
Tanto sbrigativi che se servono 10 viti e 10 bulloni per montare una credenza, ti danno 10 viti e 10 bulloni: non uno di più. E cazzi tuoi se il cane ne inghiotte una e non sai che pesci prendere. Potevi prestare maggiore attenzione.
Ti serve una brugola?
Eccoti la brugola, ma stai attento ché la potrai utilizzare soltanto per il montaggio del tavolo “Ikken”: all’ultima girata utile si sfascerà inesorabilmente poiché l’hai comperata insieme al tavolo “Ikken” e vuoi essere così italiano da volerci stringere anche le viti delle sedie del tinello?
Dunque – lo ripeto – sono rimasto un po’ spiazzato da quella voce.
Gli svedesi – invece – non sono per niente barocchi, non si dilungano, non lasciano intendere, dicono e basta: ogni oggetto un nome e un nome per ogni oggetto.
Uscendo, con “Ikken” solidamente adagiato sul carrello, ho incrociato quattro suore che stavano cercando il crocifisso “Kristen”.
“E poi – diceva la Badessa alle altre tre con un viso radioso e moderno – facciamo un salto al laboratorio di stencil… vedrete che refettorio vi metto in piedi!”.

(Visited 6 times, 1 visits today)

13 Comments

  1. Vabbè ma questo post compariva su attentialcane 20 giorni fa….suvvia, c’è un pubblico esigente qui.

  2. non è vero: ha cambiato l’originale “presepe” in “refettorio”, “laboratorio attività di Natale” in “laboratorio di manualità”….. sono due pezzi completamente diversi, uno pre e uno post natalizio…. ha aggiornato il suo pensiero…. manifestato la sua bulimia da blog…. un vero pitbull del post senza se e senza ma….

  3. Lo dico a tutti mi mandano a cagare. Immagino si sappia del passato nazi del fondatore di ikea.
    Saprete anche gli ikea hano un lay -out (be’ insomma lo stesso disign).
    Ora qualcuno ha in mente prima delle casse i corridoi-magazzino con la roba inscatolata? Benissimo, avete preste i numeri del corridoio?
    Numero dentro cerchio bianco inscritto ad un quadrato rosso!
    Ogni volta che lo vedo penso al passato nazi del fondatore e mi vengono in mente cattivi pensieri…
    Volevo solo rendervio partecipi del mio dente (avvelenato).

  4. Lo dico a tutti che per questa cosa mi mandano a cagare. Immagino si sappia del passato nazi del fondatore di ikea.
    Saprete anche che gli ikea hanno un lay -out uguale dappertutto (be’ insomma lo stesso disign).
    Ora qualcuno ha in mente prima delle casse i corridoi-magazzino con la roba inscatolata? Benissimo, avete presetne i numeri del corridoio?
    Numero nero, dentro un cerchio bianco inscritto ad un quadrato rosso!
    Ogni volta che lo vedo penso al passato nazi del fondatore e mi vengono in mente cattivi pensieri…
    Volevo solo rendervi partecipi del mio dente (avvelenato).

  5. Gasp! A me questo post piaceva assai. volevo soltanto inserirlo in un contesto frequentato un pubblico esigente e sicuramente numeroso. Ma non lo farò più, lo prometto.
    Poi uno scopre che ci sono alcuni che frequentano anche Attentialcane e allora mi sento lusingato.
    Quanto asserito da Osservi è vero. Noterò soltanto la sua assoluta aderenza alla funzione che il cognome gli impone.
    :)))

  6. meglio al laboratorio del pongo anzichè rincoglioniti con un gameboy in mano e gli occhi spiritati. io sono una grande sostenitrice di IKEA. prezzi a portata di tutti. inoltre ho assistito ad un incontro di “biscottini”. tutti i bambini erano in cucina e facevano bellissimi biscotti di tutte le forme… se non è educativo e divertente questo!

  7. Io ho a casa un sacchettino con tutte le brugole di vari formati usate per montare i mobili Ikea, se te ne serve qualcuna… ;-)

  8. Veramente questo post, come si capisce dal commento di Ellen, sbaglia. Perchè non è assolutamente vero che Ikea ti dia 10 viti 10. Anzi, generalmente te ne danno 12 o 13 (in rapporto). E non solo. Le “brugole” o comunque viti e vitine sono sempre le stesse, così che se compri più di un loro mobile puoi riutilizzarli. Questo post divertente è divertente, peccato che non c’entra molto con la verità delle cose. Sarà per la prossima volta.

  9. My brother recommended I might like this blog. He was entirely right.
    This post actually made my day. You cann’t imagine simply how much time I had
    spent for this information! Thanks!

Rispondi