Abitudinario

Dreamweaver - HomesiteHo già avuto modo di scriverne in un’altra occasione. I tre mesi trascorsi da allora sono sufficienti, credo, per confermare l’impressione iniziale: Dreamweaver (l’editor html che, nelle intenzioni di Macromedia, dovrebbe rimpiazzare l’ormai quasi abbandonato Homesite) è una boiata, una piaga che dio ha mandato in terra come segno di antipatia nei confronti degli accatiemmellisti.
Ieri, grande reinstallazione d’inizio inverno di Windows, con tanto di riformattazione e 24h lontano dalla rete. Ne ho approfittato per installarli entrambi, ma les jeux sont fait: si torna al più comodo, versatile, leggero e funzionale Homesite.

(Visited 5 times, 1 visits today)

16 Comments

  1. Ma stai scherzando? Neri dichiara che gli basta un notepad che al limite gli colori un po’ il codice, e tu gli proponi GoLive, la brutta copia di Dreamweaver??
    In ogni caso credo che Neri Dreamweaver non lo sappia usare, o che sia troppo faticoso per lui impararlo. Al momento e’ il miglior editor in assoluto. Il problema è “ho realmente bisogno di un complicato editor WYSIWYG? Lo saprò poi usare?”

  2. il miglior editor HTML è Dreamweaver…chi ne parla come “una piaga che dio ha mandato in terra” evidentemente non sa usarlo, e parla per l’ennesima volta a sproposito

  3. mi sento meno solo…:-)
    non ho ancora capito perchè quando edito il mio template con dw lui decide di volerci mettere del suo aggiungendo caratteri a caso e senza avvertire…

  4. Mi sembra di sentire il newbie di grafica che dice “Photoshop è una merda” perchè è meno user-friendly di Paint Shop Pro o vaccate varie…imparatele ad usare le cose prima di sparare improbabili sentenze ;)

  5. Homesite era ed è un’applicazione eccezionale, Gianluca. Anche a me DW fa cagare. In teoria sarebbero 2 filosofie diverse che potrebbero convivere. Il problema appunto è che macromedia ha bloccato lo sviluppo di HS, quando ha acquisitoAllaire s’è trovata due strumenti, e ha preferito (ha imposto) quello che produceva lei. :(

  6. Dreamweaver è un ottimo programma, per creare pagine mediocri.
    Certo, se uno è ancora convinto che il layout si realizzi con le tabelle e non con i CSS, troverà nel Dreamweaver un ottimo alleato.
    Ah, lo so usare.

  7. “se uno è ancora convinto che il layout si realizzi con le tabelle e non con i CSS, […]” (Skid X) il problema purtroppo è che i CSS danno ancora problemi di compatibilità… dopo essere finalmente passato in toto ai Css sono dovuto tornare alle care vecchie tabelle perché mi ero accorto che le pagine realizzate coi primi venivano visualizzate in una maniera su mac e in tutt’altra su pc… e comunque ti ricordo che anche DW ti permette di utilizzare i css.

  8. Sui caratteri “gratis” di DW mi incazzo anche io, ma per il resto temo sia un fatto di abitudini. Uso PaintShop, SoundForge, Cakewalk e Vegas perchè ci metto più tempo a imparare PhotoShop, WaveLab, Cubase e CoolEdit che a fare le cose che devo fare. E insisto a usare Works al posto di Office. Ma per l’html, lascio che DW faccia il suo corso, e poi ripulisco con un vecchissimo WebEdit che la grafica neanche sa cosa sia. :-) E’ abitudine.. già!

Rispondi