11 Comments

  1. La frase che C.T. scriveva nelle strade intorno al Parco Sempione era “popolo bue il clero ti uccide con l’onda” e ipotizava stazioni radio piazzate in Vaticano per uccidere con onde radio le persone.
    E’ uscito pure un libro su di lui.

  2. Vero, con qualche non trascurabile variante sul tema quello era il suo “motivo” dominante. Mi compiaccio che molti se lo ricordino ancora. Ciao.

  3. Aggiungo qualche nota biografica su C.T.:
    Carlo Torrighelli
    Nato a Laveno nel 1909 – morto a Milano il 4 novembre 1983
    pensionato ed ex marmista.
    Aveva tre cani: La Bella, L’Umanità, L’Amore (con l’articolo, che era milanese!) e il suo carretto.
    Per un po’ di tempo visse per strada, dormendo sotto l’arco dell’ingresso dell’Arena, finché trovò casa in Via Pinamonte da Vimercate al 9, dove passò l’ultima decina d’anni della sua vita.
    Morì la notte tra il 4 e il 5 novembre di (si presume) arresto cardiaco.
    In realtà sappiamo tutti che è stato ucciso dall’onda!

  4. Sopravvive all’onda, invece, lo Schiaffeggiatore dei Preti, altro personaggio vivente e allegorico, che si ricorda a Milano. Viveva accanto a me, nelle case popolari del quartiere Calvairate. Grazie a GPS per quest’opera di meritoria esumazione allegorica e, perciò, direttamente letteraria!

  5. Dimenticavo: per la cronaca, lo Schiaffeggiatore dei Preti, che accusava il Vaticano di avergli fottuto l’eredità condizionando psichicamente sua sorella, si chiamava Italo Gagliano. Giampaolo, sono un po’ sorpreso. In questi giorni sto scrivendo una cosa in cui compare l’Onda. Ti pesto i piedi se vado avanti? E’ una mia antica ossessione, il Parco Sempione era l’Onda. Se però mi sovrappongo a cose tue, cambio soggetto. Mi fai sapere? Non stupirti: è sincronicità tra scrittori, capita più spesso di quanto si creda.

  6. Per chi fosse interessato a saperne di più su C.T., la sua storia, i tre ricoveri in manicomio, i discorsi all’Acqua Marcia, gli intinerari (Parco, A.M., La Foppa, le strade del Garibaldi), le sue idee e un po’ di argomenti correlati, il libro che citavo prima è uscito nel 98 per una piccola casa editrice di Sesto San Giovanni di cui, però, non ricordo il nome. Gli autori si firmarono con il nome collettivo Canaja. Non so se si trovi in molte librerie… Io l’ho trovato alla libreria del Leoncavallo.

  7. “L’onda assassina”, questo il titolo, è stato pubblicato nel 1998 per i tipi di una piccola casa editrice di Sesto San Giovanni, le Edizioni Il Papiro (via Monte Sabotino, 40 – Sesto S. Giovanni – tel. 02/2403072).

  8. “L’onda assassina”, questo il titolo, è stato pubblicato nel 1998 da una piccola casa editrice di Sesto San Giovanni, le Edizioni Il Papiro (via Monte Sabotino, 40 – Sesto S. Giovanni (MI)- tel. 02/2403072).

  9. POPOLO BUE TI UCCIDONO CON L’ONDA – C.T.

    100 Messaggi e 1 Ricordo

    Nel centenario il Ricordo/Omaggio ad uno degli ultimi principali personaggi della cultura popolare metropolitana

    DOMENICA 22 NOVEMBRE

    Ore 14.00
    Apertura della mostra: C.T. L’onda assassina – C.T.

    Ore 18.00
    Aperitivo con proiezione del documentario: “il C.T. delle Onde”

    Ore 20.00
    Cena per il Popolo Bue

    A seguire
    Omaggio musicale al C.T.: Concerto dei TEKA-P

    EX-OSPEDALE PSICHIATRICO PAOLO PINI
    [Via Ippocrate n.45 – Milano]

    Centro studi CANAJA
    Collettivo Oltreilponte
    Associazione Olinda

Rispondi