Tre semplici regole in affitto

8 Semplici regole
Chiunque non segua abitualmente la serie o abbia mancato l’appuntamento con “8 semplici regole”, su Fox, si è perso – come segnalato anche da Yorker – una di quelle geniali boutade autoreferenziali di cui sono capaci solo le serie americane: un’affettuosa citazione di “3 cuori in affitto” intitolata “Come and Knock on Our Door”, con tanto di set ricostuito, colonna sonora e costumi identici agli originali, nella quale John Ritter interpretava il ruolo del signor Roper, il portinaio bisbetico, e tutto il resto della famiglia andava a ruota. Così Kyle, il fidanzato conteso dalle due figlie, recitava nei panni di Jack Tripper (il personaggio di Ritter nella serie originale); le figlie in quelli di Janet e Chrissy; l’ultimogenito Rory in quelli dell’amico playboy Larry.
Ciliegina finale: Ritter che si risveglia dall’incubo e trova Don Knotts (il Ralph Furley che era succeduto al signor Roper come portinario) sul letto accanto a sè.
Per la cronaca: “Come and Knock on Our Door”, il titolo dell’episodio, era la frase d’attacco della sigla di “3 cuori in affitto”.
Qui, il clip video di una delle scene clou dell’episodio.

Paul (John Ritter): «Cate, I had this terrible dream that the girls livedwith Kyle and he said he was gay but he really wasn’t.»
Cate: «Sounds like a stupid TV show.»
Paul (John Ritter): «…Not that stupid.»
(Visited 25 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. Scusa,ma Tripper viveva con le due tipe,e il tipo scontroso era il proprietario/portinaio ultraarrapato con la moglie cotonatissima.

  2. “3 cuori in affitto” era il remake americano del molto migliore “Un uomo in casa” di produzione inglese, da cui poi si generarono “George e Mildred” e “Il nido di Robin”. Spero che voi questo lo sappiate.

  3. Il Personaggio si chiamava Jack Tripper, l’attore John Ritter. La serie era veramente ben fatta, dialoghi rapidi ed efficaci. Poche le ambientazioni :casa dei tre, bar Arcobaleno, casa Roper (poi divenuta casa Furley), negozio di fiori di Janet, cucina del ristorante dove lavorava Tripper, casa di Larry (l’amico bugiardo ed arrapato di Jack). Tripper è la contrazione di The Ripper, che poi sarebbe Jack Lo Squartatore, pronunciato in egual modo.
    Molte serie americane devono ringraziare 3cuori, e spesso ne citano episodi e situazioni (Friends, Scrubs, Alf).
    Purtroppo Ritter è realmente scomparso, stroncato da un problema alla carotide, durante le riprese dello Show “8sempliciregole”, sul Set.
    Io loricorderò per sempre come Tripper, il cuoco donnaiolo che per il padrone di casa era gay.
    Saluti.

Rispondi