Looney iTunes

iTunesVa bene tutto – carina è carina -, ma definirla “la migliore applicazione mai scritta per Windows” pare quantomeno azzardato.

Steve Jobs, proprio a proposito di iTunes per Windows, ha dichiarato: «Questa non è la versione baby: è quella tutta intera», e allora uno si chiede se davvero era questa la “killer application” per cui noialtri avremmo dovuto invidiare gli adepti di Apple, nemmeno non fosse mai esistito Music Match JukeBox per fare le stesse cose (e qualcosina in più) meglio.

Mentre ammetto che, come strumento per sincronizzare l’iPod con il PC, iTunes è indubbiamente superiore e più veloce di Music Match, chiedo, ad esempio: perché non è possibile fare in modo che il software aggiorni automaticamente tutti i brani inseriti in una determinata cartella? Perché non è previsto il “volume leveling” in automatico di tutte le canzoni? Perché il programma permette solo di editare manualmente le tag dei files Mp3 (parlo dei files che uno ha già, non di quelli che si vogliono trasferire da un CD), senza offrire un collegamento che offra la possibilità di modificarle in automatico collegandosi ai database di FreeDb e All Music Guide?

Infine auspico una presa di coscienza collettiva. È facile, basta stringere le mani del vostro macchista del cuore, chiudere gli occhi e fargli ripetere assieme a voi il seguente mantra: QuickTime è un programma vecchio e orribile, creato per leggere un formato file proprietario ormai defunto… QuickTime è un programma vecchio e orribile, creato per leggere…”.

(Visited 8 times, 1 visits today)

28 Comments

  1. Guarda che il collegamento a CDDB esiste e funziona benissmo…
    Il livellamento automatico del volume esiste nella versione per Mac e non ho dubbi che esista anche in quella per PC, anche se non capisco per quale motivo si debba usare una cosa del genere.
    L’aggiornamento automatico di una cartella è una cosa che può aver senso solo nella mente perversa di un utente PC…
    Quicktime non è un programma ma una piattaforma tutt’altro che morta, perlomeno per quanto riguarda il video… tanto per dirne una l’ultima versione dà la possibilità di creare video per i cellulari 3G (vecchio? orribile?).
    D’accordo che iTunes non è il miglior programma mai visto su win, soprattuto perché cerca di portare l’interfaccia OS X in un posto che non è il suo.
    Saluti e attento al prossimo virus/worm…

  2. Volevo scriverti quello che vedo ha scritto Fabio.
    A questo punto ti aggiungo un’altra dritta che forse non hai notato: sai che con Word si può trasformare il testo in corsivo, o persino grassetto? L.

  3. “Quicktime è la migliore e più robusta piattaforma per multimedia” ripeti con me…

  4. Quicktime è un formato di file così buono da essere usato per lo standard MPEG4.

    Adesso ripeti ripeti con me: Quicktime è un formato di file così buono da essere usato per lo standard MPEG4.

  5. non capisco perchè chi usa windows si ostini a parlare male del mac (verosimilmente senza averlo mai usato seriamente).
    perchè invece non trovo nessuno che parli bene di windows incensandone le presunte lodi e gli opinabili vantaggi? fateli capire anche a chi usa mac, no?
    e c. e v.

  6. io amavo le mele…poi sono arrivate le iMerda integrate nel OS X…ora ho una squallido PC e iTunes non lo metto manco se mi pagano, gia’ mi rallenta l’iBook che non si azzardi a rovinarmi il mio assemblato! una volta c’era differenza ora non piu’ e lo dico io che dal plus in poi ho avuto tutti i MAC e non ne avro + finche’ non torneranno + comodi di un PC. P.S. l’iPod rimane splendido.

  7. Sempre in ritardo, tutto ciò che sta scritto sopra è più che vero. Perchè mescoli Quicktime con iTunes?
    Buon CTRL-ALT-DEL!

  8. L’installazione di iTunes comprende obbligatoriamente Quicktime. Penso che sia un componente essenziale per la decodifica AAC. Comunque non è accettabile che un player mp3 richieda il reboot del computer e sia così esoso in termini di memoria e risorse cpu.

  9. Io non ho nessun preconcetto verso il Mac, anzi, trovo sia un ottima piattaforma hw/sw, ma questo player portato su Win che tutti gli utenti Mac che ho sentito millantavano essere un capolavorone è stato una delusione assoluta. 39 MegaByte di Ram ciucciata da un player?!? Ma sono impazziti? Il Winamp con 300 canzoni in playlist occupa a malapena 1,5 Mega. D’accordo che quello della Apple avrà una marea di altre funzioni (di cui non mi faccio assolutamente niente, dato che non compro musica dall’America e per guardare i filmati uso un player che pesa 640 Kb e fa il suo lavoro perfettamente), ma caspita, 39 mega son sempre 39 mega. Non è un player, è un MATTONE.

  10. Esatto se hai bisogno di un player ridotto all’osso fai benissimo a non usare iTunes.
    Se è stato presentato adesso è perchè permette di integrare un player, un gestore delle librerie MP3, un software di sincronizzazione con l’iPod e soprattutto l’Apple Music Store, che in Italia non è disponibile (e a mio parere non lo sarà tanto presto, vedi SIAE).
    Se cerchi un’unica soluzione (e questo è valido sia per PC che per Mac) per gestire tutto ciò che ha a che vedre con la musica (importare creare CD, ascoltare, organizzare la libreria e l’iPod e così via) che sia facile e intuitiva da usare itunes funziona.
    Non volevo fare un confronto con i player MP3 su PC perché non li conosco (e sono ben felice di non conoscerli) ma solo correggere alcune imprecisioni nel post di G.

  11. Sì sì, io l’ho giudicato come “player multimediale”, perchè in questo senso è un prodotto “perdente” (Su Win) rispetto alla concorrenza. Per le altre cose di cui non mi faccio nulla sarà anche ottimo poi, non lo discuto. Tu dirai “fa anche il caffè”, e allora sarà buono come macchinetta del caffè, non come player. :D
    In ogni modo so di molte persone che hanno avuto problemi nell’installazione o nella disinstallazione. Forse era meglio fare qualche test in più prima di rilasciarlo. Infine, sarebbe meglio non fare confusione tra PC e Windows, su PC gira felicemente anche Linux &c.

  12. Nessuna confusione: chiaramente stavamo parlando di sistemi windows. Linux non c’entra nella discussione anzi potremmo dire che giudicare iTunes come player multimediale è come giudicare linux come sistema desktop.

  13. Domanda: che differenza c’è tra una donna brutta, antipatica, vestita male, mentalmente contorta, mercenaria e una donna bellissima, simpatica, benvestita, mentalmente lineare e a cui vuoi bene? Nel momento in cui si rende necessario spiegarlo, la discussione è già finita e non porterà da nessuna parte.

  14. Per Gianluca:
    Il livellamento del volume si abilita dalle preferenze, tag Effects, spunta su “Sound Check”.
    Il riconoscimento automatico dei titoli tramite CDDB si abilita sempre sulle preferenze, tab General, spunta su Connect to Internet when needed.
    Punizione per aver parlato senza esserti prima studiato l’applicazione: abilita gli effetti visivi a tutto schermo e siediti davanti al monitor per almeno 30 minuti ripetendo il mantra del microsoftaro pentito: “Steve Jobs è il mio pastore, ed io una pecorella smarrita. Steve Jobs è il mio pastore ed io una pecorella smarrita…” (ad libitum)

  15. Ah, ho capito, si è già passati alla fase “il Mac è bello, il Pc con Win fa cagare”. E io che credevo si parlasse solo di una applicazione per Windows…

  16. Allora: io provo a spiegarmi meglio, ma voi seguite il labiale. 1) Se scarico un file .mp3 dalla rete, iTunes non permette (a meno che il file non provenga da un CD, ma non c’è niente da fare se l’mp3 è già sul disco fisso) di modificare le tag collegandosi al CDDB. Music Match prevede che lo si possa fare sia inserendo un CD, sia indicando un file mp3 qualsiasi, attraverso la funzione “Lookup tags”. 2) Il volume leveling permette di alzare il volume medio dei brani troppo bassi e di abbassare quelli con volume troppo altro prima che i files siano trasferiti su iPod. iTunes non si occupa di farlo in automatico (se l’utente lo desidera) tu tutti i files della propria library. 3) Un’aggiunta: perché mai iTunes non utilizza (come qualsiasi altro cacchio di programma al mondo) il formato file .m3u per le playlist?

  17. iTunes è il miglior centro multimediale per Mac. E non è che esista molto altro. Per Win ne esiste di ogni dove: iTunes si installa e se gira (a me non è mai andato!) si dice “cariiino!”. E si disinstalla.

  18. Non so chi sia la persona che scrive l’articolo, quali competenze abbia il signor Neri: mi auguro non faccia il consulente…. Infatti avesse solo azzeccato una sola cosa che ha scritto! “perché non è possibile fare in modo che il software aggiorni automaticamente tutti i brani inseriti in una determinata cartella?” esistono le playlist speciali per questa funzione…
    “Perché non è previsto il “volume leveling” in automatico di tutte le canzoni?” perche’ se lo vuoi attivare per tutte le canzoni vai nelle prefs e lo attivi… “Perché il programma permette solo di editare manualmente le tag dei files Mp3 (parlo dei files che uno ha già, non di quelli che si vogliono trasferire da un CD), senza offrire un collegamento che offra la possibilità di modificarle in automatico collegandosi ai database di FreeDb e All Music Guide?” il collegamento e’ con cddb e si puo’ fare anche con altri… Infine quicktime: parli di formato proprietario?? Ma che stai a di’?? Mai sentito parlare di mpeg4? Forse intendevi rivolgerti a Media Player…quello si che usa un formato proprietario ormai defunto… aggiornare prego

  19. Purtroppo, per quanto riguarda la compatibilita’ con win, sappiamo che essendo un software giovane avra’ bisogno di qualche ritocco:non dimentichiamo poi che i sistemi pc, essendo assemblati a mo’ di minestrone, possono sempre nascondere quelle insidie che su mac non ci saranno mai (e nemmeno sui sistemi esoandibili, come il g5, semplicemente perche’ Os X lo fa Apple che fa anche i suoi computer… ). Per quanto riguarda musicmatch, innanzitutto la versione completa costa 30 euro, e non e’ gratuita. Poi non scherziamo, non mi si dira’ che quello e’ un programma fatto bene: se quello e’ intuitivo… Per quanto riguarda itunes come stazione multimediale… itunes permette di: creare playlist (speciali e non), masterizzare, importare e convertire canzoni in vari formati tra cui il nuovo AAC, ascoltare stazioni radio, acquistare musica e libri online (e nel nostro caso solo ascoltare le preview),modificare tag mp3, scaricare a vedere a video le copertine delle canzoni… sincronizzare i lettori mp3… poi non so cosa voi intendiate per lettore multimediale. Poi se volete un player per organizzarci 100 canzoni ok, ma se parliamo di 5000 potrebbe essere gia’ piu’ problematica la cosa con gli altri…io cmq lo uso su mac, ma l’ho installato anche su win2000 in ufficio e devo dire che tutto e’ filato liscissimo… anche troppo per come sono abituato su win…

  20. Se c’è una cosa che ADORO a questo mondo è vedere gli utenti Windoze crogiolarsi orgogliosamente nella mediocrità che con cui convivono attraverso i loro monitor ogni maledetto giorno. Programmatori, technogeek vari, semplici appassionati alla fine tutti identici, tutti schiavi, tutti attaccati alle gonne di Zia Bill anche se non passa giorno senza che maledicano Redmond in tutte le lingue che conoscono. Offrigli un’alternativa e non solo ci sputeranno sopra con trasporto, ma si attaccheranno ancora di più alle gonne della Zia. E, ragazzi, è spassoso stare a guardarli. Non sono liberi e non solo non chiedono di uscire dalla cella: ne pretendono persino una più piccola. Wow. Vi adoro, Winpeople.

Rispondi