Banzaaaaai!

Come annunciato non molto tempo fa, la casa, qui, ha un nuovo abitante.
Si chiama Will, ha meno di 100 giorni, e stamattina ha sprecato una delle sette vite che ha a disposizione cimentandosi in un volo di due piani che gli è valso il primo posto con quattro 9.5 malgrado l’ostruzionismo del giudice svizzero, che ha concesso solo un 8.5.

Per la cronaca: Will è ancora sotto shock. Forse si è rotto una zampa, ma è presto per dirlo. Trema come una foglia, neanche avesse visto in faccia un vicentino affamato.
Però sta affrontando con coraggio la convalescenza.
L’unica cosa: stasera è meglio se non gli facciamo vedere E.R.

Il punto d’impatto Il volo di due piani Il convalescente… …in primo piano La foto autografata
(Visited 5 times, 1 visits today)

16 Comments

  1. Il mio cane è finito ieri sotto una macchina. E’ in coma. Il veterinario sta facendo di tutto per salvarlo. E io sono fuori di testa!

  2. x Neri: è successo anche al mio gatto quando era cucciolo (acrobatica caduta dal 4° piano), conseguenza: un taglietto sulla lingua e slogatatura di una zampa, shock (suo e mio) nelle successive 24 ore e ripresa diabolica nell’arco di altre 24 (solo sua). Non ti preoccupare, davvero i gatti hanno sette vite. Tieni solo d’occhio la sua respirazione, che non perda liquidi dal naso e chiaramente fai venire subito il veterinario. Tienici informati sulle sorti di Batcat. x Outsider: mi dispiace, davvero.

  3. E’ davvero bellissimo Will! Fagli una maxi dose di coccole e vedrai che si riprendera’ prestissimo, come dice Invasiva, a volte siamo piu’ noi padroni a spaventarci e preoccuparci per le loro sorti, di quanto siano i nostri felidi a guarire :)

  4. Stimando lo sbalzo in circa 8 metri di altezza, se la matematica non mi inganna, il volo e’ durato ca. 1.3 secondi e si è schiantato alla velocità di ca. 14 metri al secondo, ovvero ca. 50 Kmh. Considerandolo come urto anelastico e stimando il peso in un chilo, ha dissipato circa 100 Joule. La stessa energia che dissiperebbe un’automobile di mille chili lanciata contro un muro di cemento alla folle velocità di 1,5 kmh. Cioe’, il motivo per cui sopravvivono è che sono leggeri :)

  5. PS: Neri, ma con i miliardi che dicono tu abbia guadagnato dalla vendita di GNU, non hai ancora il villone? Spero almeno che la Jeep lì davanti sia tua…

  6. miaooo, Will…guarisci in fretta e ricorda al tuo papy che c’è SFOTTEX per lui…

  7. oh mio dio potrei vomitare per quanto è zuccheroso sto’ gatto!!!!!!!!!!!!

    no, non è una bella immagine.

    userò la carta dell’ “adorabile!!!!” allora.e non vomiterò.promesso.
    Lo

  8. Gianluca, Will è bellissimo e meno male che sta bene. Comunque tienilo d’occhio: la mia gatta ha pensato bene di provare il brivido del bungee jumping dal balcone del terzo piano l’anno scorso (il giorno del mio compleanno, per giunta). All’inizio sembrava che avesse solo una zampa rotta, ma poi il giorno dopo non si alzava più su quelle dietro. Prognosi: entrambe le zampe anteriori fratturate e il bacino fracassato in due punti. Decorso: due mesi e più immobile in una gabbia per conigli con collare elisabettiano, tiranti metallici conficcati nelle ossa davanti e ampia fasciatura dietro, con alimentazione praticamente forzata (ovviamente era anche depressa) a base di pappine di antibiotici. Insomma, una fantastica estate. E le è andata ancora bene: se cadono da più in alto in genere si rompono gli organi interni e non c’è più niente da fare. Fortunatamente Talllulah ora è come nuova (sì lo so, è un nome un po’ da drag queen, ma le sta bene, così impara). So che ti starai già toccando, ma sono sicuro che a Will è andata molto meglio (è cucciolo, e a quell’età sono praticamente di gomma). Comunque di una cosa puoi stare certo: NON imparano. Se volano una volta, come niente possono benissimo riprovarci. Per Lula il balcone ora è off limits. Tieni d’occhio il piccolo paracadutista.

  9. Il mio gatto anno fa e’ volato dal secondo piano, non si e’ fatto niente a parte lo spavento [fuori casa, mi sa che pensava che non avrebbe mai piu’ avuto da mangiare…].
    Pero’ ha imparato, da allora quando salta sul balcone fa molta attenzione, e ha rischiato di cadere solo altre due volte [in 6 anni sono decisamente pochine]…

  10. Cat people

    Salta fuori che Charles Mingus, oltre ad essere quel grande jazzista che era, si dilettava addirittura nell’addestramento dei gatti. Qui un suo utile manuale per convincere il felino ad evacuare direttamente nella tazza del cesso.Penultim’ora: il gatto…

  11. Selvaggia, secondo me, invece, il Neri ha orchestrato il tutto nella speranza di partecipare ad un “L’isola dei Vip” per gatti.

Rispondi