11 Comments

  1. La piattaforma su cui è gestito il weblog non c’entra: ce ne sono moltissimi gestiti con qualunque tipo di sistema che usano Ad Sense.

    Per ora non accettano blog o siti non in inglese, e pare siano abbastanza sensibili ai contenuti (spesso rispondono dicendo che non accettano siti personali, e non è chiaro in base a cosa li definiscano tali).

    Da non confondersi poi con i weblog ospitati gratuitamente da blogspot, dove c’è la pubblicità di google, ma dove i profitti dei click non vanno all’autore del blog.

    PS: riuscendo ad averli merita! Io non ho fatto più di un centinaio di dollari al mese, ma c’è gente che riceve assegni da migliaia di dollari :-)

  2. mi hanno già preceduto, comunque era scritto nelle FAQ: In this initial launch, Google AdSense is available to all websites, in the US or elsewhere, whose content is in English.

  3. beh per eliminare il banner dai siti hostati su blogspot (se da fastidio, ovvio…) basta inserire nell’head della pagina il seguente:
    <style type=”text/css”>
    body>script+div {display: none;}
    </style>
    per la maggior parte dei siti dovrebbe essere sufficiente (io non vi ho detto niente, però)
    ad es. guarda il codice su http://cribbiosilvio.blogspot.com/

  4. E’ vero che per ora su AdSense entrano solo siti in inglese, ma è anche vero che Martina Zavagno di Adverblog (che è in inglese) s’è vista rifiutare per fantomatici motivi fiscali e il suo blog è con Movable Type.
    Ai motivi fiscali credo poco dato che anche un mio sito ospita AdSense e l’assegno è arrivato a casa mia a Milano.
    L’aver rifiutato Adverblog mi fa pensare che siano subissati di richieste da tutto il mondo e ora si nascondono dietro i motivi fiscali ma forse Neri ha visto giusto.
    Ora per fare una prova, se avessi un altro sito in inglese, chiederei a Google di entrare in AdSense ma ne sono sprovvisto.
    Se volete leggere il caso “AdSense vs Martina (Act 2)” vi lascio il link
    http://www.adverblog.com/archives/000127.htm .
    PER PAOLO: conosci altri italiani che abbiano AdSense su propri siti in inglese?
    I primi tempi mi mettevano inserzioni non a target col contenuto del mio sito e per due settimane ho dovuto escludere tutti questi siti, che chiaramente non venivano cliccati.
    A margine, l’assegno di giugno e luglio m’è arrivato, peccato che 202$ in banca siano diventati meno di 168 € : (

  5. A dire il vero non saprei di altri italiani con che abbiano AdSense. Comunque anche a me l’assegno è arrivato a casa senza problemi (e anche a me tra cambio e spese di incasso la banca ha fregato una bella fettina).

  6. Il problema della Zavagno è un altro: accessi minimi e contenuti genere copia ed incolla. I signori di Google non sono dei fessi: scelgono siti che producono risultati!

  7. I have to show some thanks to this writer for rescuing me from this challenge. As a result of looking out through the internet and finding solutions that were not productive, I believed my entire life was over. Existing devoid of the solutions to the difficulties you’ve fixed as a result of your main website is a serious case, as well as the ones that could have in a negative way affected my career if I hadn’t discovered the website. Your primary understanding and kindness in controlling the whole thing was tremendous. I’m not sure what I would’ve done if I hadn’t come across such a solution like this. I’m able to at this point look ahead to my future. Thank you so much for your impressive and result oriented guide. I won’t hesitate to refer your web blog to any individual who should get care on this subject.

Rispondi