A Profeta quel che è di Profeta: un Plasmon

Pare proprio che nel regolamento del BlogStar DeathMatch fosse previsto che vincente e perdente forssero poi obbligati a mostrare la patacchetta qui a fianco. Dico due cose: che mi spiace di non averlo inserito con la stessa solerzia con cui l’ha fatto Profeta. Ero impegnato a far migrare il blog su un nuovo server e comunque niente di male: per uno come Profeta e i suoi originalissimi amichetti sono soddisfazioni. La prossima l’avrà allo spuntare dei primi peli pubici. La seconda è che Valido e Proserpina mi devono un favore. Loro faranno finta di no, ma sanno perché.

Profeta proponeva anche che il perdente, con un pretesto qualsiasi, dovesse linkare l’avversario ogni giorno, per una settimana. Gli piacerebbe. Come faccio con tutti, linkerò Profeta solo quando (a mio insindacabile ma opinabile giudizio) si dimostrerà in grado, contro ogni legge della fisica, di scrivere sul proprio blog una qualsiasi cosa intelligente. Se va avanti così, il periodo che ci separa da quel giorno è rapportabile al tempo che è trascorso dal paleogene ad oggi.

(Visited 21 times, 1 visits today)

39 Comments

  1. Speravo che lo mettessi; sei stato di parola, anche se ti rode aver perso ( secondo me per il tuo scarso impegno ).

  2. Beh? Cos’è questa caduta di stile? Rode così tanto perdere una sfida a cui a tuo dire non hai mai dato la minima importanza? Mamma mia… ti facevo più sportivo.

  3. Dimmi che è un post ironico, per favore. Oppure bevi lo stesso champagnino del Berlusca? Vabbè che in pubblico devi recitare questa parte, ma almeno in privato.. rispondimi alla mail che ti ho scritto dopo il match.. Non so poi cosa t’abbia fatto Margherita, mbah..

  4. Ma ancora con questa storia della caduta di stile? Neri è “caduto” solo una volta: quando ha accettato di sfidarsi con uno come Profeta. Uno che non ha NIENTE da scrivere, e che quel poco che riesce a buttare giù lo scrive pure male! Ma andiamo!!

  5. E allora è stato un fesso! Tu c’hai dietro una ciurma di amichetti adolescenti che si sdilinguiscono anche sul tuo taglio di capelli. Quelli che apprezzano Neri immagino che abbiano altro a cui pensare e non vengono a commentare sfide idiote.

  6. Cattivo, veramente a non dire niente era Neri… e poi qua mi sa che l’unico che si sdilinguisce per qualcuno sei tu.
    E per quel che riguarda questo post qua, ribadisco… sembra quello di un bamboccio che fa gnegne perchè ha perso. E se avesse vinto, mi chiedo? Non voglio nemmeno pensarci…

  7. quando vedo questi post mi domando: ma non che il vero neri sia questo (bilioso, rancorso, meschino) e l’altro sia solo una recita?

  8. Primo: Da questi commenti è bandita la “forumizzazione”: pena l’unilaterale decisione della cancellazione dell’intervento. Ovvero: si cazzeggia a volontà, ma sempre rimanendo nell’ambito del tema trattato e, possibilmente, immaginando che tutti coloro che vi leggono devono poter comprendere. Se ce l’avete con qualcuno, mandatelo a quel paese via e-mail, non qui. Secondo: per commentare bisogna per lo meno avere le palle. Ergo: ci si firma, con nome e e-mail. Terzo: tutti i commenti presenti appartengono alle persone che li hanno inseriti, le quali sono libere di farne ciò che vogliono, e si assumono la responsabilità delle cose intelligenti così come delle fesserie che hanno scritto.

  9. Art. 1. L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
    Art. 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
    Art. 3. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinz et cetera

  10. Il verbo a dire il vero è “sdilinquirsi” con la Q di quadro, esiste solo come riflessivo. Però certo che anche “sdilinGuirsi” come neologismo è carino, soprattutto se riguarda un’accusa di preteso lecchinaggio. Io comunque nella sfida ho votato per Valido, cioè “X”, presumo stesse per “pareggio”.

  11. È entrambe le cose: tutti i verbi riflessivi sono generalmente anche intransitivi, con pochissime eccezioni (“sposarsi” ad es.). Non è però vero il contrario. Ergo: riflessivo è una definizione precisa di questo tipo di verbi, intransitivo generica. A voler esagerare con le precisazioni, nel testo il Gneri fa riferimento a un periodo geologico inesistente: il “Paleogene”.. una buffa crasi tra il Pleistocene e il Paleozoico. O forse è un antenato di Eugenio Ghiozzi.

  12. Caro il mio “buon” Gianluca.
    Complimenti per la tua abilità nel seminar zizzania. Con poche parole, il massimo effetto; un vero ottimizzatore della discordia.
    Non sono un avventore fisso, dato che, come tu ben non saprai, a me i blog scritti a più mani interessano come la vita socio-economica di un branco di paguri. Son qui solo per dirti che, match a parte, il mio voto te lo sei meritato con l'”avveleneta-gnu”. Ormai è la colonna sonora del mio iniziare a lavorare…
    :-)

    Gomez

    P.S. Ehi ragazzuoli! Il nostro governo dovrebbe avervi inseganto che vincere sfide come questa è solo una questione di marketing…

  13. No, secondo me l’errore più grave è scrivere sdilinGuirsi con la G, che dimostra la non conoscenza dell’ortografia.
    Più che Invidioso comunque dovresti firmarti Tignoso: sdilinquirsi è un verbo solo riflessivo (prova a fare un esempio di coniugazione che non contenga ausilio pronominale per dimostrare il contrario, se sei capace) e se hai dubbi (non ne hai ma documentarsi non fa mai male) circa le proprietà dei verbi nella grammatica italiana, dai un’occhiata qua circa la tua seconda affermazione. Eccheppalle.

  14. Gilga, il problema è un altro: è che stai sempre a fare il professore! E’ vero: sdilinQuirsi si scrive con la Q e non con la G. Non ho MAI letto un tuo commento senza questi approcci professorali!

  15. No, Cattivo, anche io faccio la mia sana dose di cazzeggio online, ogni tanto. Solo, non qui. Su GNU, hai ragione, mi lascio un po’ prendere la mano. E in effetti, vedi, è proprio una deformazione “professorale”. Cercherò di limitarmi, nessuno è senza difetti, questo è uno dei miei

  16. Sdilinguirsi non e’ affatto un errore grave, ma solo un errore di battitura, che solo i piu’ fessi amano correggere.
    Per quanto riguarda forma non riflessiva, l’uso transitivo (render ficco, indebolire o altri significati figurativi) e’ poco comune, ma esistente.

  17. Che poi alla fin fine, degli sdiliquimenti me ne frega meno di uno a cui non gliene frega un cazzo, pero’ e’ troppo gustoso prendere in castagna i professorini.

  18. No, che non sia un errore di battitura è palese dal fatto che viene ripetuto in due post diversi, uno sotto l’altro. Quanto al prendere in castagna, stai scantonando con argomentazioni speciose e rischi una figura barbina. Non hai citato una sola fonte, un solo riferimento, e stai pure girando la frittata col transitivo non riflessivo che non c’entra una benemerita maza. Ti ho chiesto, alla tua precisa affermazione, di dimostrarmi che sdilinquirsi esista in forma non riflessiva. Non l’hai fatto perchè non è possibile farlo, e ti stai arrampicando sui vetri.
    A questo punto chiederei il permesso a Sapo, che ha il trademark, per un liberatorio “Eccheccazzo. Evaffanculo™”

  19. Giga, senti, ho qui davanti a me un tomo dalla copertina verde, sul cui dorso ci sono delle cornicette dorate e le scritte: “lessico universale italiano”, “xx”, “sang-sh”, “ist. encicl. italiana”. A pagina 419, sdilinquire: “2. Poco comune l’uso transitivo: render fiacco, indebolire, intenerire, commuovere fino alla tenerezza”.
    Ora, tu sei sicuramente simpatico e intelligente, anche se non biasimo chi, leggendoti, e’ portato a non credermi, ma la Treccani e’ un tantiniello piu’ autorevole di te, non sei d’accordo?

  20. Cattivo, non ci credo che hai letto anche tu, dimmi cosa c’è scritto in quarta di copertina :o) Invidioso, OK, hai citato una fonte. Ora fammi una frase con Sdilinquire coniugato come verbo transitivo che non sia ridicola e abbia senso compiuto e ammetterò che hai ragione. In italiano CORRENTE (non parliamo di Italiano letterario e ottocentesco, parliamo della lingua viva) SDILINQUIRE come verbo NON ESISTE, altro che poco comune, in quanto nessuno lo userebbe mai, esiste la forma SDILINQUIRSI che è solo riflessiva e intransitiva, e pure rara e desueta. Stop.

  21. Giglamesh ha sdilinquito l’invidioso al punto che quest’ultimo, esausto, nell’invitarlo a chiedere consiglio anche alla Crusca, gli fa ciao ciao con la manina.

  22. Breve riepilogo: io ho fatto una battuta, 15 commenti più sopra, scrivendo che “sdilinGuirsi, come neologismo è carino, soprattutto se riguarda un’accusa di preteso lecchinaggio”. Dopodichè hai iniziato un pippone degno di miglior causa affermando prima che è intransitivo e non riflessivo, poi citando la Treccani che smentisce che sia solo intransitivo ma cita il raro uso transitivo. Ok, m’hai sdilinquito pure tu (credo il 90% delle persone che leggano una frase del genere debbano ricorrere appunto alla Treccani per comprenderla, e suona pure abbastanza ridicola). Hai perfettamente ragione, mi sbagliavo circa quel verbo, penso però che tutti e due faremmo bene a impiegare meglio il nostro tempo e risorse intellettuali. Amen.

  23. sottttttile sottttttttile :) è un onore essere in tua compagnia :) (sarai mica pure juventino? No perchè, se posso aiutarti, riguardo il fatto di saper perdere… sono interista… sono laureato in materia)

Rispondi