10 Comments

  1. Ma in effetti io la prima volta che l’ho sentita, ‘sta storia, parlava di un’università inglese… E in inglese sembrava avere più senso. Ma probabilmente era una bufala anche allora.

  2. ho avuto dei problemi con cibspmenilore, per il resto, leggendo la frase, dicevo tra me e me: cazzo, anche se le lettere sono disposte in disordine capisco tutto, sono un gnieo!

  3. vearemnte la ntiozai è rpirsea in tttuo il modno: “Aoccdrnig to rsereach at an Elingsh uinervtisy, it deosn’t mttaer in waht oredr the ltteers in a wrod are, the olny iprmoetnt tihng is taht frist and lsat ltteres are in the rghit pclae. The rset can be a toatl mses and you can sitll raed it wouthit a porbelm. Tihs is bcuseae we do not raed ervey lteter by istlef, but the wrod as a wlohe.”
    (http://bottone1.interfree.it/2003_09_14_blogarchive#106356686296976814)

  4. intanto riesci a leggere quello che scrivi con la stessa velocità con la quale leggi un testo normalmente scritto….
    mo dimmi neri, so io che so super man, o è l’università che c’ha ragione?!?!

  5. e poi luca, ti prego, non provocarmi che poi mi dai del berlusconiano o chissà quale altro aggettivo poco carino… mi piace il tuo blog, mi piacciono i tuoi interventi su gnu, ma adesso che è sta voglia di monopolizzare e monotematicizzare (se è correto bene sennò sticazzi)?!??!

Rispondi