4 Comments

  1. Le radici dell’Europa affondano senza dubbio nel Cristianesimo, ma non solo: le più profonde arrivano alla filosofia greca ed alle leggi dell’impero di Roma, e quelle più recenti al rinascimento del libero pensiero fino all’Illuminismo.
    Propongo di citarle tutte nel preambolo alla Costituzione Europea.

  2. senza un riferimento alle radici cristiane dell’europa, non ci sentiamo affatto di aderire all’unione europea fatta e creata dai politici.
    Il cristianesimo ha unito l’europa. la politica l’ìha sempre divisa.
    personalmente senza un riferimento chiaro ed esplicito alle radici cristiane e basta dell’europa, preferisco andarmenbe a vivere in Australia e rinunciare al passaporto europeo.
    Le radici cristiane dell’europa sono un fatto storico e culturale e religioso e politico .
    Quelle romane, greche sono semplicemente un fatto di coinquista territoriale e conseguenzialmente di occupazione anche culturale. quelle rinascimentali illuministiche ecc. sono un aspetto semplicemnet filosofico culturale di nessunissima rilevanza, non c0erano alle origini dell’europa. I popoli barvari dell’europa compresi greci e romani sono diventati europei quando sono diventiutati cristiani.
    Mi meraviglio cge Fini non abbia sbattuto le porte in faccia e se ne sia andato dalla commissione costituziuonale europea a quei quattro suoi colleghi politicanti da strapazzo che negano l’iserimento cristiaono nel preambolo.

    Vincenzo Romiti

Rispondi