Perché Placanica non è sotto scorta?

Mario Placanica – uscito di strada da una Ford Focus nuova che non rispondeva ai controlli – rischia di restare paralizzato. E c’è già un avvocato che supplica: niente dietrologie, è solo un incidente.

Nel frattempo un altro avvocato di Placanica, Colosimo ricorda che qualche giorno prima il ragazzo temeva che gli sabotassero l’auto. Dando così la stura a ogni dietrologia possibile e immaginabile. Colosimo, per inciso, è un artista: è l’avvocato che ha convinto il Gip che Carlo Giuliani fu colpito da una pallottola deviata da un sasso, in barba alle leggi della fisica.

I due avvocati divergono anche nel giudicare le condizioni psicologiche del loro assistito: Colosimo le ritiene “non ottimali”, tanto che si meraviglia che Placanica vada in giro da solo; per l’altro (si chiama Gallo) non ci sono problemi: “il ragazzo era abbastanza sereno, dunque perché mai qualcuno avrebbe dovuto accompagnarlo?”

Già, perché mai?

Forse perché qualche mese fa Placanica è stato minacciato di morte da un gruppo terroristico?
Ci siamo già scordati la “Brigata 20 luglio” e la rivendicazione dell’attentato alla questura di Genova? Sei mesi fa qualcuno scriveva: “Il buon Placanica tra un avvocato e l’altro potrebbe cambiare lavoro e/o paese piuttosto che far subire a mamma, papà e fidanzata lo strazio di una visita all’obitorio… “

Allora, prima entrare in qualunque dietrologia, io mi chiedo semplicemente: perché nessuno ha pensato di chiedere una scorta per Placanica?
O, se qualcuno ci ha pensato, perché la scorta non è stata concessa?
O, se la scorta è stata concessa, perché Placanica va in giro da solo in una notte d’estate?
L’ho detto sei mesi fa, mi pare il caso di ripeterlo: Nessuno tocchi Placanica. Finché lui è in circolazione, il caso Piazza Alimonda resta aperto. E il caso è aperto. Grazie al cielo.

Questo ragazzo rischia grosso, noi lo abbiamo sempre detto. Se ha qualcosa da dire, dovrebbe farlo. Non ho mai augurato la morte a nessuno, vogliamo solo la verità.
(Heidi Gaggio, la madre di Carlo Giuliani).

(Visited 9 times, 1 visits today)

46 Comments

  1. E basta con ‘sta storia di teppisti.
    Questa continua manipolazione politica di una disgrazia tra due giovani che hanno fatto due cazzate senza sapere neanche perchè, è disgustosa.

  2. Per colpa di un COGLIONE (Carlo Giuliani) che insieme ad altre migliaia di COGLIONI (non conosco tutti i cog(l)(n)omi) sono scesi in piazza contro il G8 a Genova, due famiglie ora stanno di merda. Perche’ tutti questi COGLIONI non se ne vanno a manifestare in piazza in: Iran, Cuba, Cina, Liberia ecc… ? Ci sarebbero molte piu’ piazze dedicate a molti COGLIONI o forse ci sarebbero molti meno COGLIONI. PS: il padre di Carletto invece di lamentarsi e piangere sul latte (sangue) versato doveva fare il PADRE (che significa dare un po’ di sberle ogni tanto), cosa cazzo vuol dire andare a spaccare vetrine, banche, lanciare estintori addosso a carabinieri. Viviamo in una societa’ civile, con delle regole da rispettare, altrimenti e’ anarchia-violenza (quello che vogliono i punks come Carletto). Se vi volete scaricare andate a fare trekking e a respirare aria buona. Ve lo dico io: Placanica e’ la vittima di tutto, il fesso morto non puo’ essere dipinto come la vittima, se l’e’ cercata. Un paio di sberle in piu’ dal babbo e sarebbe ancora in giro. PS: piazza gliuliani… ma andate a cagare.

  3. No, non e’ semplice. Fatelo capire a chi mi ha distrutto il negozio. A chi mi ha ridotto a fare debiti con uno strozzino perche’ la banca non vuole farmi il prestito (io comunque non incendio la banca per questo). Fatelo capire a chi ha rovinato un artigiano. Fatelo capire a chi mi ha costretto a lasciare a casa i miei dipendenti. Fatelo capire a chi ha tolto il sorriso a mio figlio. No, non e’ semplice. Ma e’ semplice incendiare, sfasciare, distruggere tanto per farlo con dietro falsi propositi di legalita’ e giustizia (dove sta’ la legalita’ in tutto quello che hanno combinato?!). Ma vi siete chiesti chi e’ il leader dei no global italiani? Quel mesto signore con gli occhiali? Sapete i miliardi che ha in banca? E il tizio francese? Lo sapete i soldi che guadagna. E questi COGLIONI li hanno eletti a leaders! Chi mi aiuta a ricostruire la vita che avevo prima che questi me la distruggessero? Forse questi leaders? Avanti! Vi do’ le coordinate bancarie! BASTARDI! Avanti Giuliani! Vieni a pormi la tua solidarieta’ di sindacalista. Sono qui, in affitto perche’ ho dovuto vendere la casa per pagare il 25% di interessi. Vieni a difendere i diritti dei miei dipendenti che per colpa della MASSA di cui tuo figlio faceva parte e di cui si e’ reso complice hanno perso il lavoro. Vieni! Dedicatela a me la piazza! Io che lavoro da quando avevo 14 anni. Io che ho le mani consumate dagli acidi. Io che dopo una vita di sacrifici ero riuscito a costruire qualcosa. Ma no! Carletto e’ l’eroe, i fancazzisti sono gli eroi, non quelli che li mantengono, non Pantalone. E’ un classico Italiano.

  4. Sig. Samuele (le do del lei perchè la rispetto profondamente) lei sta cadendo nella trappola: vogliono la guerra tra poveri e la stanno ottenendo. Se le dico che forse dovrebbe riflettere un po’ di più su quello che dice e informarsi meglio non la prenda come un’offesa personale. Probabilmente la rabbia (giustificata) non le permette di accorgersi che lei e i “coglioni” state sulla stessa barca. Ossequi.

  5. … alt, un momento. GEPS, scusa, ma non stanno per niente sulla stessa barca. Una cosa e’ lavorare, votare e cercare di cambiare il sistema (se non piace) in modo civile, senza imporlo, senza vetrine sfasciate… un’altra fare giocare ai giovani rivoluzionari che tanto poi papa’ mi paga la porsche.

  6. Cosa blateri Samuele, sei solo un commerciante con un negozio distrutto (se è vero e non te lo sei inventato). Con tutti i commercianti che ci sono staremo bene lo stesso.
    PS: Prendi un po’ di camomilaa

  7. Lo so meglio di te che non è semplice, Samuele, sei tu che l’hai fatta semplice parlando di sberle. Spesso sono proprio quelli che hanno preso troppe sberle che da grandi vanno a spaccare vetrine (o a tirare sassi dai cavalcavia). Se poi la storia del negozio è vera e non inventata a scopo di trollismo (perchè non ne hai accennato nel primo post? Avrebbe dato tutto un altro senso al discorso), non avevi un’assicurazione? Anche mio zio ha avuto il negozio distrutto da uno stronzo che ci è entrato dentro con tutta la macchina, ma glie lo hanno ripagato pietra su pietra… Forse a Genova siete ancora all’era preindustriale? Scusa ma la tua storia di strozzini, dipendenti sul lastrico e figli senza sorriso sembra un po’ troppo da libro Cuore per essere vera. Se mi sbaglio, scusami. E, sempre ammesso e non concesso che tu abbia subito un danno a causa degli scontri, il tuo discorso è comunque troppo superficiale e semplificatorio. Che cazzo c’entra Piazza Alimonda con i vandali spaccavetrine? Queste generalizzazioni del menga fanno solo aumentare la già troppa confusione…

  8. … non vorrei rispondere per altri, ma gli atti di vandalismo difficilmente sono assicurabili… inoltre farei attenzione a definire superficiale e semplificatorio qualcuno dal pulpito di chi “c’ha lo zio col negozio”. Samuele, chiunque egli sia, ha descritto dei fatti che meritano attenzione, perche’ gli spaccavetrine erano tra i nogglobbal e forse ci si dovrebe interrogare sulla portata delle parole di gente come Bove’ e Casarini. Solo interrogarsi, mica cambiare idea. Ragionare. Capire se non ci sono sono in giro persone che esemplificano a proprio uso e consumo, che puntano ad una nicchia di potere attraverso il Movimento.

  9. Sentite un po’, io ho scritto un pezzo in cui mi chiedo perché un carabiniere che ha ricevuto minacce di morte (minacce circostanziate) non è sotto scorta. Arriva ‘sto Samuele e si mette a dare del coglione a destra e a manca. Purtroppo, quella del coglione, è una nomea che rimbalza. Se ha dei debiti, se qualcuno gli ha sfasciato un negozio (Carlo Giuliani no di certo, perché a Genova non ha sfasciato nessun negozio), se ne può parlare, ma cosa accidenti c’entra con la scorta di Placanica? Un bel nulla, mi dispiace.

  10. ommamma, che sbrodolamento insulso su giuliani. qui a genova lo sappiamo chi era, un cialtrone. morto come e’ morto, pace all’anima sua. e evitatemi per favore lo sproloquio sul rispetto per i morti, perche’ a parlarne come ne parlo mostro rispetto in abbondanza. per il resto gia’ dice tutto (bene) samuele, e la stragrande maggioranza della gente perbene la pensa cosi’: non si prendono a sprangate i carabinieri, minimo minimo si rischia la revolverata. sveglia!

  11. secondo me in questa storia ci sono solo vittime, sono solo eventi che sono scivolati e hanno tirato giù i “protagonisti” verso la fine più tragica. E non è un modo per tirar via il sipario su un caso “controverso”

  12. Senti un po’, allockone, mi fai solo un favore? Ti leggi il pezzo che stai commentando? Perché nel pezzo non si difende Giuliani e non si accusa Placanica di niente. Provocare va bene, ma almeno provocare nel merito. Altrimenti torna a fare il troll su indymedia, vuoi? Ciao cocco.

  13. senti, leotardo, leggiti gli altri post. io commento quelli. del pezzo mi frega meno di zero, e vedi di non ridirmi mai piu’ quel che devo e non devo fare. nemmeno per favore.
    che roba e’ indymedia?

  14. D’accordo, fa caldo, ma cerchiamo di darci una calmata un po’ tutti. L’argomento sollevato da Leonardo è delicato, la domanda che si è posto lui me la sono posta anch’io in questi ultimi due giorni: perché Placanica non era sotto scorta? Questo interrogativo mi ha ricordato quello che successe a Biagi, quello che è successo pochi giorni fa al Presidente di un’associazione gay. Mi ha ricordato un sacco di altre cose ancora, è uno di quegli episodi capaci come pochi altri di innescare domande a catena. E riflessioni. E ricordi. In quest’ottica non mi sorprendo che a Samuele sia saltata la mosca al naso… Non vedo un off topic vero e proprio nel commento di Samuele, è uno sfogo il suo di tutto rispetto. Rispetto ragazzi, è questa la parola chiave. Quello che non si è intravisto nemmeno in una virgola degli interventi su Indymedia, e quello di cui ci si dimentica anche quando i due soggetti in questione sono due giovani la cui vita è stata rovinata (conclusa) per sempre da qualcosa che è molto al di sopra delle loro teste. E non mi riferisco alla mano di Dio.

  15. Cocco, ripartiamo da zero. Vedi, questo è un blog. Ci sono tanti autori che scrivono pezzi, e la gente li può commentare. Io ho scritto un pezzo in cui mi chiedevo perché Placanica non è sotto scorta. Punto. Non ti interessa? Non lo commentare. Vuoi commentare gli altri post? Nessuno te lo impedisce, va negli archivi e commentali. Vuoi insultare degli sconosciuti e dei morti, è una cosa che ti eccita? Mi dispiace, non possiamo aiutare le persone con il tuo problema. Prova in altri siti. Vuoi coprirti di ridicolo? Continua così.

  16. Domanda all’autore perchè non comprendo bene: Placanica dovrebbe essere sotto tutela perchè minacciato da una fantomatica brigata di terroristi , oppure perchè depositario di una terribile verità -….se ha qualcosa da dire dovrebbe farlo….- mi pare ci sia una bella differenza nei due casi. Quindi la scorta per porlo a riparo ma da chi? dai terroristi o dallo stato deviato che lo vuole eliminare ? Domanda chiara , se possibile risposta chiara, perchè di dietrologia il post ne è saturo.

  17. domanda retorica: perché Placanica dovrebbe avere una scorta quando non ce l’hanno magistrati che quotidianamente rischiano la vita? quale governo ha modificato in senso restrittivo le leggi che regolamentavano le scorte ? a chi fa comodo tutto ciò? sono stato troppo dietrologico?

  18. Domanda retorica: ma non può essere che questo si sia schiantato contro un albero come purtroppo succede molte volte sulla strada? E piantiamola di vedere complotti

  19. cocco (sarebbe leotardo) non te lo ripeto piu’: io commento quello che voglio, come, dove, e quanto voglio. il tuo tono da fascistello che spiega agli altri come si sta al mondo evidenzia, semmai, i problemi tuoi, oltre a qualificarti come persona.
    quando si parla di autoreferenzialita’ dei blogger, dovrebbero indicare te. solo che la tua autoreferenzialita’ e’ inferiore solo alla tua presupponenza e maleducazione. quanti leggono si fanno liberamente un’idea di chi si copre di ridicolo, qui. se io, o tu, con la tua tracotanza.
    e con questo ho chiuso con te.

  20. Lo Spino ha ragione quello è finito sull’albero perché non è capace di guidare o magari ha avuto un attacco di panico, l’avvocato sta sfruttando questo fatto per fargli assumere il ruolo della vittima (che, che ve lo dico a fare, è un ruolo molto conveniente). Ergo la scorta se la può scordare. Samuele ha preso per il culo un pò tutti (ma ve lo immaginate un genovese che si rivolge agli strozzini? allora i pregiudizi culturali non servono a niente?). Carlo GIuliani è uno sfruttato, è morto perché gli hanno sparato dritto dritto in faccia (senza deviazioni). E basta! Ah si! ammazza quanti fascistelli che postano!

  21. “Carlo GIuliani è uno sfruttato” ? Carlo Giuliani è un teppista. Se a mio figlio sparassero in faccia perchè sta tirando un estintore sulla testa di qualcuno (magari in divisa e armato), come minimo il buon senso mi impedirebbe di farne una vittima. Figuriamoci un eroe o dedicargli una piazza.

  22. Secondo me Placanica dovrebbe essere sotto tutela perché ha ricevuto delle minacce circostanziate. Punto. L’ho scritto, l’ho ribadito, mi sono preso del fascistello e dell’arrogante e dell’autoreferenziale (?). Questa è internet, viva l’internet. Poi, se qualcuno sparasse in faccia al figlio di Polidoro, a me dispiacerebbe. Ma continuo a pensare che non c’entri nulla con la scorta a Placanica.

  23. Leo, hai tutta la mia solidaretà, ma devi solo pensare un attimo al fatto che se tutti qui avessero postato un commento strettamente attinente all’argomento del tuo post, ne avresti avuti sì e no tre, e il Neri non sarebbe stato così contento. Non puoi pretendere la minima eduzazione nè il minimo criterio da gente che scrive cose del tipo “io commento quello che mi pare”. Il bello dei blog è che i cafoni e iloro commenti risaltano subito e si auto-isolano, mentre nei forum diventavano insopportabile rumore di fondo… Se qualcuno non ha ancora capito come utilizzare questo strumento e lo “forumizza” non è colpa tua, ma non ti aspettare che su un argomento come questo non ci sia nessuno a cui vengano i nervi a fior di pelle: poi è chiaro che chi si fa prendere dalla violeza verbale e inizia a parlare di sberle e pistolettate infaccia si mostra per quel poco che vale

  24. Leo ripeto la domanda: minacce circostanziate ? e da parte di chi? perche le ipotesi che lasciano trasparire le parole dei vari Agnoletto , della mamma di Giuliani e di suo marito , nonchè di tutta la stampa allineata , sono che se c’è qualcuno che vorrebbe Placanica morto, non sono certo i vendicatori rossi , che si accontentano di riempire i forum di indy delle peggiori scelleratezze, bensì , come nella migliore tradizione italiana , un settore dello stato “deviato” , che in tutte le dichiarazioni dei sopracitati anche se non citato direttamente è facilmente individuabile, qualcuno ad esempio , ha già cominciato a ricordare la strana presenza di alcuni deputati nelle caserme….
    Il TEOREMA che si è cercato di montare , perchè nella realtà e come dice “spino” quello ha preso un albero, punto, sarebbe che la morte di Giuliani rientrava in un disegno politico che prevedeva durante i disordini del G8 lo scontro duro con i manifestanti (con morto).
    E chi pensate ci sia sotto al progetto oscuro?
    Ma certo LUI il mandante dei mandanti Dalle stragi di Capaci e via d’Amelio, alle bombe di firenze e roma , scoperta di questi giorni almeno sentendo le affermazioni fatte a Bologna, la stessa persona che di fatto è coinvolta con tutte le altre stragi ,dalla stazione fino dell’ italicus, passando per Ustica: Il berlusca.
    Non vi sembra che è ora di fermare la fantasia?
    A quando un coinvolgimento per l’11 settembre?….già lo pregusto:
    -in fondo è amico di Bush,….. gli americani sono i veri esecutori…..gli ebrei non c’erano…..fede ha dato per primo la notizia…..- E Basta!

  25. Istruzioni per l’uso di Placanica ( e non si vergognano )

    Prendi un carabiniere di vent’anni, infilalo ferito in una jeep che dovrebbe portarlo a medicarsi, circonda la jeep e cerca

  26. Tipico dei mistificatori: mettere in bocca a delle persone parole che non hanno mai pronunciato o scritto. Qua nessuno vede complotti, ma dovete ammettere che da sempre le cose non sono mai come sembrano o come ce le mostrano. A meno che qualcuno non voglia credere che la probabilità che un calcinaccio devi una pallottola sia superiore al 75%. Sì, Placanica ha preso un albero, ma la questione è un’altra, e il caso non è ancora chiuso, per lo meno per molte persone non lo è, e questo dovete accettarlo, fa parte della democrazia, anche se non vi piace. Non ci sono complotti anche per il semplice fatto che questi qui non riuscirebbero nemmeno a montarne in piedi uno serio (Licio Gelli è un po’ che non mette fuori il naso dalla sua villa di Arezzo), e allora invece che per mamcchinazioni si tira più o meno a campare alla giornata… vedete un po’ voi.

  27. Scusa Leonardo non mi riferivo a te con fascistello volevo riferirmi a parecchi che commentano questo post. Continuo a non essere d’accordo con la scorta a Placanica, e credo che l’avvocato stia sfruttando l’incidente, furbamente. Io direi che il fascistello per esempio è Polidoro (sieg heil!): ha ragione! Perché non spariamo in faccia a tutti i teppisti d’italia, da quelli degli stadi ai cellerini che ci difendono (che si sono dimostrati abbondantemente teppisti). Ti manca il significato della parola “sfruttato”? (quello che hai fatto tu nel tuo commento: hai sfruttato quello che è successo per dire una sciocchezza). “Se a mio figlio sparassero in faccia”. Non sei cosciente di quello che dici. Se a mio figlio sparassero in faccia perché aveva un estintore in mano mi chiederei dopo averlo considerato una vittima, perché diavolo aveva un estintore in mano? E seconda cosa perché gli hanno sparato dritto in faccia? Però l’ultima cosa che mi verrebbe in mente (diversamente da polidoro e molti altri) è che se lo è meritato.

  28. Non è che chi non la pensa come te sia per forza “fascistello”.Ecco anzi questi termini tienili cortesemente per i tuoi amici, visto che per me è abbastanza offensivo. Il problema è che tu ti chiedi ancora “perchè aveva un estintore in mano”. Sicuramente non perchè non era uno stinco di santo, e per questo non vittima o martire, come si tende a considerarlo acriticamente. Non vittima o martire almeno quanto Placanica. Ben grave cosa se ti chiedessi “perchè mio figlio aveva un estintore in mano” dopo che gli hanno sparato. Non sarebbe un gran successo come educatore/genitore. Un po’ tardiva come domanda non credi?

  29. “Perché non spariamo in faccia a tutti i teppisti d’italia” . Ti ripeto: da sparagli in faccia a considerarli vittime, ce ne passa. E io mi becco del fascistello perchè non li considero esenti da colpe (idem per il Placanica). Per tornare al discorso, non credo che l’incidente del Placanica e tutto il polverone che c’è intorno possa far bene alla causa di chi starebbe ordendo complotti segreti. Per me si è sfasciato contro un albero. Oppure l’albero gli è sbucato fuori all’improvviso, e lui spaventato ha ben pensato di tirarlo sotto prima che potesse diventare un pericolo. La forza dell’abitudine.

  30. Ma il problema è un altro io considero fascistelli quelli che, come te, pensano che un “teppista” come Giuliani un colpo in faccia se lo sia meritato, o il che è lo stesso se lo sia cercato. E ritengono che qualche ceffone in più da parte del padre avrebbe potuto evitargli quella fine meritata. Bene siccome l’autoritarismo e una certa semplicità di pensiero sono propri del fascismo popolare, non vedo perché ti incazzi a essere chiamato per quello che sei.

  31. Ah beh, per fortuna ci sei tu a illuminare noi sempliciotti autoritari e un po’ fascistelli.

  32. Sono un po’ disgustata. Oltre allo scarso rispetto per le persone, vive e non vive, mi indigna lo scarso rispetto per la verità. E’ vero che in questi due anni non ci hanno mai fatto vedere ciò che è successo veramente, ma è proprio per questo che mi fa incazzare che si spari a zero su persone e situazioni senza che si abbia coscienza delle stesse. La prima cosa che ho pensato quando ho sentito la notizia dell’incidente di Planica è stata la poca chiarezza sui fatti di piazza Alimonda, le versioni più diverse date dal carabiniere.. poi ho sentito al tg che da un po’ era depresso.. Be’ qualche conclusione l’ho tratta, devo dir la verità.. E in quel momento ho pensato, come ho letto su questo sito, che spero che nulla succeda a Placanica. Per il bene della verità e della giustizia. E chiaramente per il bene suo.

  33. non ci posso credere, c’è sempre quello che dice “prima che precipitasse con il paracadute aveva detto che aveva un presentimento”. non cambia mai niente. so boni tutti a mettece una scritta….

  34. Leonardo, sono un carabiniere da 15 anni. Io e dei mie colleghi vorremmo incontrarti. Dove ti possiamo trovare ? Se non ce lo dici lo veniamo a sapere comunque.

  35. Ma ki e’ questo Polidoro ke si offende tanto x un “fascistello” quando ha sparato (lui si’)volgarita’ ed offese a destra e a manca senza un minimo di dignita’!!!!secondo me certi post andrebbero rimossi da qualche solerte moderatore,xke’ anke in internet bisogna rispettare certe regole comunitarie.Cmq Placanica secondo me non ha sparato, vedetevi tutte le sequenze su radiosherwood,e ora e’ diventato scomodo a tutti…figuriamoci se gli danno la scorta!!!

  36. carlo giuliani aveva il costume, voleva andare al mare. poi ha visto la sua citta’, la sua gente e tante altre persone compresse in un’ondata di violenza e ha difeso tutto questo perchè era un ragazzo con degli ideali ed un senso di responsabilita

  37. sono sempre elisabetta, sfido chiunque a non reagire davanti uno spettacolo del genere, non c’era niente di razionale per cio’ che e’ successo, ma la razionalità è difficile per chi assiste a tanta violenza e soprattutto in prima persona e non dai mass media o dai giornali. era tutto preteritenzionale, era un articolo scritto il giorno prima dai nostri potenti. mi dispiace per placanica era un ragazzino che doveva fare un lavoro di routine e si è trovato in mezzo ad una cosa inimaginabile ed ingestibile, lo capisco e non sono affatto sicura che abbia sparato lui, sono sicura che ne hanno fatto un capro espiatorio. io non c’ero, ma c’ero l’anno successivo e sulla targa di piazza alimonda non c’era scritto carlo giuliani martire ma solo carlo giuliano un ragazzo e vi dovreste vergognare a dare ai genitori di carlo dei consigli su quanti schiaffi dare al proprio figlio o di avere strumentalizato la sua morte. io l’ho visti pienidi dolore e di dignita’ trattenere le lacrime, confortare i suoi piu’ cari amici e far volare dei palloncini colorati per salutarlo. li ho visti andare via prima di tutti gli altri per vivere privatamente la morte di un ragazzo, del loro figlio morto non per mano di placanica, ma di tutti quei corrotti al sicuro nelle loro suite. e’ uno scempio guardare, giudicare, e dare del coglione dal proprio angoletto al riparo da tutto.e’ un’offesa per chi è morto per avere gridato, chiunque, con tutte le proprie forse NON E’GIUSTO!signor samuele io non mi nascondo dietro un forum sono di roma perche’ non mi rispone per appurare se la cogliona sono io oppure lei? sempre che ne abbia il coraggio, ma ne dubito fortemente.

  38. per citare clint eastwood, quando il coglione con l’estintore incontra il coglione con la pistola, il coglione con l’estintore è un uomo morto.
    Al tempo del G8 fa ritenevo che giuliani e placanica fossero due coglioni, appunto. Uno che aveva la fama di squatter duro e puro, di quelli che hanno sfasciato milano due ettimane prima del voto e hanno contribuito non poco a far vincere la Moratti, epr intenderci, e palcanica un ragazzino di vent’anni cui hanno messo in mano una pistola durante uan manifstazione denza spiegargli coem si usa e che cosa succede se si spara in faccia a qualcuno.
    poi ho pensato che fossero due vittime: uno morto, l’altro eroe negativo di un G8 dove quello che è accaduto nella diaz grida vendetta al cielo, molto più della morte di carlo.
    Poi ho saputo che An candidava Plananica alle regionali. Non ho capito bene perché: forse ammazzare un anarchico porta voti? rabbrividisco. e rabbrividisco ancora di più nel leggere le minacce nemmeno tanto velate dei presunti “caramba da 15 anni” che vogliono incontrare leonardo.

    due annotazioni, infine: sono un giornalista, e non sono di sinistra. Alle manifestazioni (non a genova, in altre sedi occasioni) ho visto scene agghiaccianti. Cariche senza motivo. manganellate sui ragazzini perché gridavano slogan. Mi hanno insegnato che la polizia, i carabinieri e quant’altro sono forze dell’ordine. Cioè servono a far rispettare le leggi. Non a ridurre al silenzio con la violenza di esprime un dissenso.
    Poi un poliziotto, in una di queste gioiose occasioni, durante un controllo di rpoutine a me e a un amico mentre tornavamo a casa una sera tardi, mi ha spiegato a muso duro: “quando vedete noi, voi vi dovete cagare sotto.” Non ho osato chiedergli cosa intendesse con voi.

  39. Non ci sono parole,solo dolore per la lotta tra poveri che i signori del G8 hanno voluto e vogliono nel mondo intero..
    I poliziotti fanno il loro dovere di uccidere dei fratelli……dei ragazzi che si ribellano ad un sistema ormai in via di fallimento totale (Il capitalismo mondiale)e con Carlo Giuliani e Marcello Lonzi,e Aldovrandi hanno dimostrato che tngono di più al denaro di quei porci,che a incazzarsi per la loro servitù al sistema malvagio..
    Penso che molti sono stati gli infiltrati che hanno fomentato la violenza a tale manifestazione che doveva essere pacifica…..ma non parliamo di partiti,di destra e di sinistra …parliamo di odio,di violenza gratuita da una parte e dall’altra,parliamo di lotta tra poveri quando I PAPPA vanno a nozze ridendo di noi CHE LITIGHIAMO
    E Propongo insieme agli amici carabinieri,ai comunisti,liberali,democratici,manifestanti,poliziotti ed esseri umani di FARLA FINITA CON LA GUERRA E LA VIOLENZA…DI CERCARE LA VERITA!!
    La nostra non è una società progredita ma regredita e la maggioranza della gente lavora sodo e i soldi sono diventati causa di violenza allora eliminiamoli..! Ora si può fare……..
    Alcuni ne hanno troppi,troppissimi,Alcuni ne hanno meno di un dollaro al giorno (la maggioranza)..
    Bisogna Finirla…….
    Non riusciamo ancora ad andare d’accordo,a collaborare nella costituzione di un nuovo ordine di cose……..non basato sull’imposizione della pace con la guerra..,ma sul rispetto,il lavoro,la sincerità e la giustizia..ma la giustizia ora è una chimera..!
    Che i colpevoli siano puniti da ambo le parti!
    Ma chi è che conosce i veri colpevoli???
    Indagate???
    Ricordate che i colpevoli alla fine sono dei demoni che si impossessano delle situazioni di disagio e ci fanno uccidere l’un con l’altro..e questa è la verità…..!
    Togliete il male da dentro di voi,mettete da parte i dogmi del passato,ormai falliti..!
    Spero che capite che le nostre menti hanno un controllo occulto e noi ne possiamo sfuggire facendo il famoso consiglio “Ama il prossimo tuo come te stesso”….e queste non sono cavolate dei preti,ma di un vero rivoluzionario,come di altri rivoluzionari caduti per questa frase!!!
    Questo non lo dice solo la religione ma anche il buon senso!!!
    Possibile che non siamo in grado di far sloggiare dei pazzi dalla cima dei nostri governi….
    Possibile che la gente cambi il mondo quando dice Menzogne!
    Che sia fatta Giustizia….ma forse solo il gran giudice la potrà FARE!!

Rispondi