Caro Tiziano

Caro Tiziano Scarpa, ci ho pensato su per un po’ di giorni. Sono giunto alla conclusione che c’hai la coda un po’ di paglia. Secondo me tu hai guardato i primi tre o quattro blog che ti sono capitati e poi hai tratto le tue conclusioni. E come succede spesso ai superifcialotti le tue conclusioni erano… sbagliate. Ma te lo sei fatto un giro all’Hotel Messico? Hai dormito con LeftyBoy? Ti sei fatto un bicchiere di quel buono con l’Arsenio? Una chiacchierata di cinema e vita con Strelnik? Nella blogsfera, come nel mondo reale, va a finire che chi vede più copie non è obbligatoriamente il migliore sai? Va a finire che un blog come questo su cui scrivo fa venti volte gli accessi di uno come questo. Ma tu non dartnere cura, resta fermo ai quattro o cinque che hai visto scritti su Repubblica e vivi felice. Però un favore fammelo: smettila di dire che noi non ci spogliamo, non tiriamo fuori i veri noi stessi, sei tu che non li cerchi i veri noi stessi, ed i doni preziosi, caro mio, uno dovrebbe avere voglia di sudarseli un pochino. Vabbè lasciamo perdere. La pubblicità che volevi in fondo l’hai avuta, pure io, proprio adesso, sto partecipando alla tua campagna. Mandami cinque euro va, che lavorare gratis porta sfiga, dicono.

(Visited 2 times, 1 visits today)

13 Comments

  1. forse non tu ne sei accorto ma le stesse cosa che il tuo ditino puntato ammonisce a scarpa, valgono anche per Te. Chi si sente un depositario, per me Scarpa ha solo espresso un modo di vedere, diventa integralista. Il tuo Post se guardi bene è solo complementare a quello di Scarpa partendo però dalle tue Posizioni-verità, senza nemmeno l’ombra del dubbio che nella dichiarazione intento di Scarpa io ho visto, non dai scampo all’altra parte. io i cori da stadio li lascio alla Roma, Indiscutibile Verità Assoluta.
    ciao

  2. Periodicamente la stampa parla dei Blog. E quando c’è il parere dello scrittore scatta la polemica. E ‘ giusto che si possano criticare i Blog, con tutta la cacca che c’è in giro. E’ giusto dire che non si potrà mai affermare che tutti i Blog sono brutti, ci sono un sacco di preziose perle: si trovano, casualmente, ogni giorno, se si ha la pazienza e la voglia di cercarle. E poi, pensiamo al limite dello scrittore famoso: lui, letto da migliaia di persone che giudicano il suo lavoro, dovrebbe leggere migliaia di Blog per esprimere un giudizio equilibrato. Non ce la può fare, e lo sa. Allora generalizza. e scatta la polemica.

  3. godzilla io non mi sento depositario di un granché. mi sento solo uno che in giro trova dei blog belli e profondi (non il mio, il mio è approssimativo e superficiale, fuffa) e si domanda come mai lui li trova e qualcun’altro no. la conclusione provvisoria è che lui li cerca e qualcun’altro no. that’s all folks.

  4. La polemica è ormai datata ma la buona divulgazione non va mai nei saldi di fine stagione. Sottoscrivo tutti i link, soprattuto quello di Carnefresca, mio vecchio pallino e grande passione da lettore (io, un po’ per prenderla in giro un po’ no, la definisco una Guia Soncini più underground: ma lei è anche meglio) ;)

  5. Appunto… la pubblicità l’ha avuta (lui e i bloggers) e il discorso è vecchio. Resta la figura che ha fatto, un po’ meschina, ma chi se ne frega di fronte alla pubblicità?

  6. mo\’better blog

    i media mainstream criticano i blog
    i bloggers se la prendono moltissimo coi media mainstream
    [1][2][3]

    p.s.
    l’autoreferenzialità è un’arte non un difetto.

Rispondi