E a Londra tutto OK?

OK – situazione tipo: stai a Londra in un pub e ti fai fregare il portafogli come un fesso qualsiasi (cioè probabilmente sei un fesso qualsiasi) questo è quello che ti aspetta nelle 48 ore successive:
01. gita al commissariato locale per fare la denuncia di furto, senza la denuncia non puoi passare alla fase
02. passaggio all’ambasciata dove ti dicono “tsk, per queste cose c’è il consolato” e allora tu
03. vai al consolato dove ti dicono di andare a victoria station a farti due foto
04. fai le foto
05. torni al consolato dove ti fanno un documento provvisorio
06. prendi l’aereo, arrivi a Milano dove
07. vieni trattenuto per un’ora dalla polizia di frontiera insieme ad alcuni rumeni, ti fanno compilare una dozzina di moduli che però non valgono come
08. denuncia! quella la devi fare il giorno dopo dai carabinieri perchè senza denuncia non puoi passare alla fase
09. fare altre foto e poi
10. andare in comune per farti rifare la carta d’identità senza la quale non è possibile
11. tornare dai carabinieri che ti fanno il documento provvisorio sostitutivo della patente dopodiché
12. vai in banca per richiedere i duplicati delle carte di credito e farti dire (per favore) i numeri di serie di quelle vecchie che devi poi
13. comunicare ai carabinieri perché il modulo automatizzato, computerizzato e crittografato non può essere processato e diligentemente spedito se non completo in ogni suo componente listato.
14. ospedale, flebo veloce ed infine
15. racconti tutto sul blog, tanto per abbaiare.

(Visited 2 times, 1 visits today)

11 Comments

  1. ecco il semplicissimo motivo per il quale non ho portafogli, e ho venduto quelli che mi hanno regalato……………..

  2. consolati: puoi fare la patente nuova formato bancomat. Ricorda di andare direttamente alla motorizzazione però. All’ACI ti fan pagare una succosa commissione

  3. Capitò anche a me a Parigi, un messaggio per chi ha lasciato i messaggi cinici cretini: capitasse a voi!

  4. ehhehehe in realtà i messaggi cinici sono quelli che ho apprezzato di più, sentirmi dar del fesso è esattamente quello di cui ho bisogno in queste circostanze, magari la prossima volta mi faccio furbo no?

  5. Ti comprendo: io ho perso il passaporto a Los Angeles
    Fai la denuncia, fai le foto, vai al consolato, torna alla polizia perchè il riferimento al verbale non basta e ci vuole il vero verbale, supplica l’impiegato spiegandogli che hai l’aereo tra due giorni, con tutto quanto torna al consolato, foglio sostitutivo del passaporto.
    Finendo di fare le valige ho ritrovato il passaporto.
    Potevo scegliere se riconsegnarlo al consolato o andare a rivendermelo a Tijuana (e l’avrei venduto facilmente, credetemi…) ed ho deciso di fare la persona onesta.
    Risultato? Tempo due mesi circa dal mio ritorno in patria vengo chiamato alla locale stazione dei carabinieri, quelli del consolato mi avevano rispedito il passaporto invece di distruggerlo, inventandosi di averlo fortunosamente ritrovato chissà dove! insomma, nella sfiga mi è andata bene (mi sono anche visto il palio di siena, che da L.A. su rai international è tutta un’altra cosa, specie dopo più 3 settimane che non senti italiano uscire da una tv…)

  6. ma la prossima volta ,,invece di andare alla Polizia ,,prova a chiedere informazioni a Baker Street ,pare ci sia uno molto bravo per ritrovare Portafogli scomparsi

Rispondi