Mors tua, Vita mea

Week-end istruttivo. Tutti nel caos per l’introduzione del nuovo codice della strada che prevede la patente a punti, si annuncia: le multe serviranno a finanziare l’istruzione stradale nelle scuole. Così come l’aumento delle sigarette serviva a finanziare la cura dei danni da fumo. Come pure le amministarzioni comunali in tempi di magra sguinzagliano vigili a fare contravvenzioni.

Morale: volete che i vostri figli imparino il codice della strada? Che si trovi una cura contro il cancro ai polmoni? E pure una città più vivibile? Bene, spiattellatevi contro un albero, fumate come turchi e passate con il rosso! Almeno non sarete morti inutilmente.

Non voltate la faccia, basta un piccolo gesto: gettate una carta per terra, contribuirete a tenere pulita la vostra città.

(Visited 3 times, 1 visits today)

7 Comments

  1. Mi chiedo perchè se il fumo fa cosi’ male, lo Stato permette che si producano ancora sigari, sigarette, etc.. Altro che ipocrisia istituzionale!

  2. tanto per fare spam. sul pacchetto delle fortuna, poco sopra l’avviso, c’è scritto: L’ARCHITETTURA NON SI FERMA AD UNA LINEA RETTA!

  3. Questo paragone è un’emerita stronzata. Vendere sigarette e lottare contro il fumo sono due attività antitetiche. Multare chi infrange le regole e fare educazione stradale no.

Rispondi