31 Comments

  1. Sarà il maquillage prominente, ma a me me pare la Ferilli. Comunque sia mi sarebbe parso più semplice che ad indossare la maglietta ci fosse stata…..personalità confusa.

  2. E perchè dovrebbe fare la Velina? E’ una ragazza intelligente e scrive anche molto bene!!! E non è poco, vista la media intellettiva delle aspiranti vallette!!!

  3. effe – per gli stivaloni bianchi non è stagione… — luptrein – pure io esigo di vedere la maglietta conTusa indossata da X§°…anche giorgio armani, alla fine, esce in passerella, no? :)

  4. Ehi Zio Libero, mannaggia, secondo me sei confuso, è mai possibile che ti devo dire tutto! :)) Personalità Confusa è una delle ragazze più smart del “bloglobe”. Fagli pure tu la campagna e la confusione ti passerà. Wear “Confuse Shirt”!.

  5. Ma dai, Alessia in realtà non esiste!!! Non vi siete accorti che non esistono da nessuna parte sue foto, ha evitato accuratamente il BlogAge, non andrà al BlogRage e fa persino indossare la sua maglietta a chiunque altro, persino a dei pinguini!!!

  6. Assolutamente no, X§, non ti nascondere dietro un dito. Abbiamo le testimonianze di Princess Proserpina e Dulcinea, in merito. Perfino una registrazione telefonica. Dove si sente un fondo di accento genovese non ancora intaccato dalla parlata milaneeese, completamente diverso dall’accento laziale di SL, nonostanta i corsi di dizione, manco Alighiero Noschese sarebbe capace di dissimulare così. Quanto all’allure, mi dicono che non somigli a un pinguino. Forse a un’Alca o un Albatro, ma non a un Pinguino. :o)

  7. E sia: gli stivaloni no (anche se il bianco è molto estivo). Ma, almeno almeno, il Notebook! Selvaggia, o ha gli attributi iconografici, o non è!

  8. Gianluca, sei simpatico ed è un piacere leggerti. Però di magliette confuse, selvagge, eccetera, mi permetti, ne abbiamo le palle piene.

  9. mamma quanto è bella ! scommetto che stanno tutti a guardar la scritta… Ora certo la Personalità sarà ancor più confusa… Ma che ci fanno a Villa Torlonia ? … E pensare che ci son passato proprio ieri…mannaggia!

  10. Per VENTOMARE.
    Grazie per lo “zio”. Ti vorrei assicurare che di confusione non ne ho affatto. Per quanto riguarda le veline, beh, può darsi che alcune siano certamente intelligenti. Infatti non ho mica detto che far fare la velina a Selvaggia sia una diminutio. Si scrive con la t e si legge con la zeta di zio.
    Ciao caro e in gamba.

  11. DOMANDA: com’è che in tutte le foto Selvaggia è tanto carina e invece nel servizio fotografico che ha fatto per Capital stava molto peggio?

  12. RISPOSTA: Perchè qua l’ha fotografata un amico, Claudio, praticamente au nàturelle, mentre i fotografi di Capital non sono abituati ad avere a che fare con ottima materia prima ma a fare giochi di specchi e di prestigio per trasformare semi-cozze in apparenti strafighe. Quando li capita una che è gia una gran bella gnocca di suo, finiscono per peggiorarla anzichè farla risaltare di più. Selvaggia è fotogenica (a parte quando sorride troppo che ha ragione la sua mamma, le vengono le guanciotte che pare la Ferilli allo stadio) e Claudio un ottimo fotografo, lo scenario indovinato, la luce giusta, buon taglio delle inquadrature e gusto per la composizione, ed ecco un risultato migliore del patinatissimo servizio su Capital in reggicalze e guepierre.

  13. ma come è possibile che un fotografo che ha a disposizione una modella del genere debba fare delle foto così da lontano ???
    sù – un pò di grinta !

  14. selvaggia ? ci sei ? non voglio entrare troppo nel privato, ma … è una fede quella che porti all’anulare sinistro ? please don’t be mad at me … opps…

  15. X§, terribile, pure la GIF animata in tre pezzi, Selvaggia sembra la valletta del mago Silvan che fa il trucco della donna segata in tre. Però, impatto notevole, l’animazione, GRATZ & CHEERS. Pure il (c) di Claudio “Ottimizzare.com” sulla parte superiore del ritratto… epperò. Brava, niente da dire.

  16. E chissà mai che ci sarà da vedere! Rex, dura ancora molto questo semaforo rosso o possiamo attraversare? Oggi mi sembri un pò troppo distratto e confuso…

  17. dr Molese annuncia l’iniziativa “Tit-Shirt”,
    magliette in cotone con seni interni smontabili, realizzati in lattice di gomma sono atossici, indeformabili, lavabili e non testati su animali, l’esclusivo brevetto permette a chiunque indossi la maglietta di provare l’ebbrezza di avere un seno tutto per sé, di sentirsi per un giorno Selvaggia Lucarelli o Giuliano Ferrara. Disponibile a richiesta la versione monouso e quindi monotetta.

Rispondi