La dieta delle Libertà

Il ministro della salute Girolamo Sirchia ha avviato un’indagine sulle pillole dimagranti e sui prodotti per perdere peso. Niente di nuovo: che tra dietologi compiacenti, farmacisti conniventi e clienti obesi girino più anfetamine che nelle scuole superiori prima dei compiti in classe non è una novità.
Nuova, invece, è la modalità di approccio al problema. Parole di Sirchia: «Quello di integratori e pillole dimagranti è un settore delicato perché tocca grandi interessi e al tempo stesso la salute della gente. Dobbiamo tutelare la salute pubblica, la libertà d’impresa e il mercato».
Con l’imprenditore al governo c’era, in offerta speciale, anche un ministro non in grado di capire che garantirci la prima cosa significa tutelarci dalla seconda e dalla terza.

(Visited 4 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. Ho letto l’articolo del Corriere. Non capisco perchè prendersela col ministro. A me sembra un iniziativa equilibrata. Se non avesse deciso di iniziare l’indagine sarebbe stato meglio? Non capisco in base a quale assunto la salvagurdia della salute pubblica contrasta necessariamente con la tutela della libertà d’impresa.
    Sicuramente qualcuno ci marcia offrendo al mercato prodotti dannosi, qualcun’altro no. Bene dunque ha fatto il ministro ad promuovere l’indagine per fare ordine nella materia.

  2. Pius, appunto.
    Secondo nessun “assunto la salvaguardia della salute pubblica contrasta con la tutela della libertà d’impresa”.
    Quindi il nostro ministro si occupi della nostra salute, quando l’avrà fatto, negli spazi di legalità che si verranno chiaramente a determinare la libera impresa potrà prosperare a piacimento.
    In un indagine sulle possibili violazioni messe in atto, sulla pelle di povere ciccioni/e italiani, da case farmaceutiche che propongo trattamenti dimagranti di vario tipo il ministro della sanità dovrebbe fregarsene se “tocca grandi interessi” mentre prova, in colpevole ritardo, a tutelarci.

  3. Ma ‘ndo’ sta la notizia?
    Son settimane in tv ci viene proposto lo spot SIRKY – rassodante, anticellulite, sostiene i glutei etc.!! ‘ Somma quella roba che usa anche la Servaggia Cuccarelli :-PP
    Tanti spot per farci entrare nelle orecchie un nome: SIRKY che ricorda quello del n.s. attuale ministro della sanità e rendercelo più familiare, in preparazione dell’emergenza sanitaria SARS che vivremo, ahimè in autunno-inverno. Vediamo quei chiapponi della pubblicità ed ecco che pesiamo dopo le dentiere … diamo spazio ai glutei … tanto le facce si somigliano! :-P
    SIRKY …ed ecco che il n.s. attuale ministro si è adeguato alla linea di prodotti. :-PPPP

Rispondi