Sars amandi

Ci mancava anche questa: la web-artist americana Katie Bush (no, non è la nota cantante però non conosciamo eventuali parentele) ha creato una web-opera ispirata alla Sars, ricca di cromatismi contrastanti, movimenti sorprendenti, sfumature pregnanti degni del postmoderno-cinetico-ospedaliero con chiari accenni al Futurismo (da un lato) e alla varicella (dall’altro), riferimenti alla Pop Art e alla Poop Art (no, non è un refuso). Se il virus della Sars non si trasmette via computer, quello delle sciocchezze forse sì. Ecciù. Ecciao.

(Visited 5 times, 1 visits today)

2 Comments

Rispondi