E non stiamo neanche a spendere soldi per la corda d’oro

Capisci che hai inesorabilmente passato i trent’anni quando ascolti la seconda metà di questo e ti è chiaro di essere vittima della contraddizione: gridi al crimine verso l’umanità ma, allo stesso tempo, vedresti volentieri e senza particolari esitazioni l’autore della cover al posto di Geordie.

(Visited 27 times, 1 visits today)

20 Comments

  1. Già. Non credo che sia necessario aver passato i 30 anni. L’autore dello scempio è tale Gigi D’agostino (lo dico nel caso in cui si volesse far partire uno di quei boicottaggi stile Nestlè). Quando ascolto un pezzo di questo dj/produttore mi vergogno che sia italiano. Fa cose davvero ignobili, e ve lo dice uno che la musica dance la adora.

  2. L’autore del remix è Gabry Ponte, ex degli Eiffel 65 ( http://www.gabryponte.com/ ).
    Se proprio di boicottaggio vogliamo parlare, penso che sia inutile boicottare il dj di cui sopra, dovresti boicottare tutte le radio che la trasmettono, tutte le discoteche dove la ballano, tutti gli adolescenti e non a cui piace.
    Forse sarebbe più giusto chiedersi chi ha venduto i diritti d’autore della canzone. A me hanno riferito che sia stata la figlia Luvi a concederne i diritti, ma non ne ho avuto riscontro su Google. Mi piacerebbe avere smentita su questa voce ma rimane il fatto che, se non sono i parenti di De André, allora è la sua casa discografica ad avere i diritti sulle canzoni.
    Col cuore, poi, considero anche io ‘sto remiz uno scempio ignobile MA mi piace credere/sperare che forse fra 1000 truzzi (il target di questi pezzi) ce ne sarà uno che si incuriosirà e vorra conoscere anche De Andrè.

  3. raghi de andré è l’autore che mi piace di più, volevo solo precisare che anche la sua versione è una cover (peraltro non disprezzabile, contrariamente a quella di gabry ponte, il quale non è nuovo a citazioni colte ancorché inopportune).
    la versione originale, come si comprende dall’ambientazione, è per l’appunto una ballata inglese.
    io ho ascoltato la canzone nell’ottima interpretazione di Sandy Denny (il titolo è My Dear Geordie).

  4. Beh, non s’è limitato a una cover, De Andrè, ha tradotto il testo in italiano, fatto un bell’arrangiamento della musica. E non ha mai fatto mistero che molte delle “sue” canzoni (Attenti al Gorilla, per fare un altro esempio) fosseo traduzioni di brani francesi di autori poco noti o apprezzati in Italia. CIrca i diritti, chissà. Se penso che chi fa i soldi con le canzoni dei Beatles oggi è Michael Jackson che ne ha acquistato i diritti, mi convinco ancora di più che il copyright com’è concepito oggi, non è una tutela della “proprietà intellettuale” ma una speculazione della peggior specie. Per chi volesse farsi due risate, alla Disney sono in trepidazione, aspettano una sentenza che anche se non li riguarda direttamente, avrà ripercussioni sui loro profitti per miliardi di dollari: qualcuno vorrebbe estendere la durata del “diritto” dagli attuali, e son già tanti, 75 anni, a 99. Se ci dovessero riuscire, Mickey Mouse e Donald Duck sarebbero “tutelati” ancora per qualche anno.. sennò, altro che “magliettaconfusa” :o)

  5. Dichiaro di essere molto più vicino ai 40 che ai 30 e di essere ancora più estremista arrivando ad aborrire oltre che “Giordie” remix anche “Un giorno credi” remix e “Generale” ricantata da Vasco Rossi. Il buon Fabrizio può solo rivoltarsi nella tomba, mentre Edoardo Bennato e vivo e vegeto ed ha venduto i diritti di “Un giorno credi”.

  6. …azz, scommetto che avete ancora la bandiera della pace alla finestra, non perdete una marcia contro il razzismo e all’ultimo gay pride ci siete andati con i figli per dimostrare la vostra apertura mentale…poi vi remixano un de andrè e vi girano in questo modo, spingendovi ad analisi pseudo-sociologiche da quattro soldi quando non direttamente all’offesa…quello che vi chiedo è: gabry ponte o come cazzo si chiama, nel remixare la canzone, ha fatto sparire dalla circolazione la versione originale?vi ha bruciato dischi e cd?vi impedisce in qualche modo di ascoltare la versione originale ogni qual volta lo desideriate?NO, quindi, non vedo perchè tutto st’astio nei confronti di qualcuno che non vi ha tolto niente ma ha solo aggiunto qualcosa che magari a voi sta sulle balle, ma che al vostro vicino piace da impazzire….
    P.S. direttamente da Google: graby ponte dj e produttore, attualmente (non ex) membro del gruppo Eiffel 65
    P.S.2. a me piacciono entrambe le versioni
    P.S.3 la versione di Generale di Vasco mi piace più di quella originale

  7. Premetto che ascoltando sopratutto punk, garage, surf e simili non sono certo un appassionato di dance, la cover di De Andrè non mi dispiace per niente, la trovo divertente.
    Si tratta di musica, non di qualcosa di sacro. E un anarchico come De Andrè l’avrebbe capito…
    Quanto a Gigi D’Agostino, di cui parlava il secondo commento, mi ricordo il Premio Internazionale della Musica di 3 o 4 anni fa, dove si vedeva Fossati e altri cantautori di sinistra con contratto su major (quelle che spingono la nuova legge sul copyright) con la faccia scura, mentre presentavano questo dj, che campiona a destra e a manca e vende decine di milioni di dischi.
    Quanto a Gabry Ponte, in un’intervista televisiva disse che lui i cd se li scaricava da Napster…

  8. purtroppo no caro glianluca,il mio conto in banca lo dimostra in maniera inequivocabile…;-((

  9. 1) Se è una canzone tradizionale inglese nessuno avrà chiesto i diritti alla famiglia de Andre.
    2) Il Sonny Bono Act (tanto per far notare come il senato e il parlamento americano sia pieno di nani cantanti e ballerine), che estende il diritto d’autore per altri 25 anni è già in vigore da alcuni anni. E sono stati già fatti accordi tra il governo temporaneo Irakeno e la RCAA per tutelare i diritti d’autore delle opere occidentali :-)

  10. Domenica scorsa le mie amiche sono andate a fare free-climbing, ma avevano preso le scarpe sbagliate. Poi per fortuna è arrivato il segnale dal loro telefonino 3 che la loro squadra del cuore aveva segnato, e hanno potuto vedere il gol in diretta. Così l’istruttore non si è arrabbiato, la domenica era salva!! Grazie 3!

  11. Raccoss, sei indietro.. la sentenza che le major aspettano con ansia è proprio quella che potrebbe portare a dichiarare incostituzionale il CTEA.. la causa è Eldred vs. Ashcroft, e c’è già stato un primo parere della corte suprema favorevole al ricorrente il 9 ottobre del 2002.
    Inoltre il 15 gennaio di quest’anno, una nuova udienza ha chiarito che l’orientamente dei giudici, considerato che negli ultimi 40 anni il termine del copyright negli US è stato rivisto e prolungato ben 11 volte, è di darci un taglio.. nonostante il fortissimo lobbying contrario, ovviamente.. sul sito dell’ Harvard University c’è un sacco di materiale interessante in merito.
    Circa i diritti di “Geordie”, beh, cribbio, almeno quelli sulla traduzione e sul campionamento della voce, direi che è doveroso richiederli.. la SIAE è MOLTO precisa in merito, ahimè.

  12. Sono indietro sono indietro. Per Geordie non avevo pensato all’aspetto traduzione. Per i giudici americani che emettono sentenze a sfavore della RCAA invece sto aspettando ancora decisioni definitive contro la Microsoft. Ciauz

  13. Caro Simone, semplicemente la cover unza unza di Geordie e’ una merda. Senza analisi sociologiche o seghe mentali. Fa cagare, e tanto basta. La consolazione e’ che sparira’ nello’oblio.

  14. 1) non è una merda, per TE è una merda, a meno che tu non faccia Dio di cognome
    2) non è che prima del remix di Gabry Ponte tutti fischiettassero la canzone di De Andrè…
    3) Ho scoperto la versione originale solo dopo aver ascoltato la cover, e tanto basta…
    4) anche Bella Ciao per come la conosciamo adesso, riferita ai partigiani, è una cover, la versione originale è quella delle mondine, come da apposito disco di De Gregori e Merini (o Marini?),il fischio del vapore…

  15. La canzone remix ”Geordie” ,di Gabry Ponte, non è una merda anzi…cmq non ci vogliono 30anni x fare una canzone simile.Lui nn ha fatto altro ke remixare una canzone ke x me è stata un successone, nel mio paese sentivo le macchine con l’impianto stereo ad alto volume x ascoltare questa canzone e in mezzo alla strada non vi diko,le persone cantavano gridando e in queste persone c’ero ank’io.Il video,sopratutto nei pub,pizzerie ecc,lo facevano vedere spesso ,proprio xkè era emozionante vedere Geordie ke correva x scappare dai soldati. Non ci vedo niente di banale,avere 30anni,e remixare una canzone così e fare anke il video,anzi dobbiamo essere orgogliosi ke in Italia ci sia un Dj ke ci fa pensare,anke x un minuto,all’era del medioevo e a ke kosa avessimo fatto noi al posto di Geordie ”se avremmo rubato 6 cervi nel parco del re”.

Rispondi