Striscia l’astuzia

Per più di un anno mi sono chiesto cosa stesse a rappresentare. Viene fuori che lo strano simbolo orientale che appare ogni sera a “Striscia la Notizia” significa “fine” e non è nient’altro che l’ingegnoso stratagemma che Antonio Ricci utilizza per prendere per i fondelli le rilevazioni Auditel e quell’inutile ceppo umanoide di transizione composto dalla categoria dei pubblicitari. Una convenzione alla base del sistema di calcolo dell’audience, infatti, prevede che un programma termini con i titoli di coda o all’apparire – in quale lingua non è specificato – della parola “fine”. Greggio, Iacchetti, Bonolis e Laurenti, dopo una decina di minuti di programma lanciano la prima interruzione pubblicitaria, preceduta dal simbolo in questione. Strano a dirsi ma vero: ai fini del calcolo degli ascolti vale la prima parte del programma, mai interrotta da pubblicità o televendite (che, inevitabilmente, causano un lieve calo di audience), nella quale, inoltre, vengono in genere mostrati i servizi più succulenti. Al termine degli spot, in pratica, inizia un programma diverso – con una veloce sigletta tutta sua – intitolato “S.O.S. Gabibbo“, nel corso del quale, se ci fate caso, in basso a sinistra non appare più il logo “Striscia”.

(Visited 34 times, 1 visits today)

20 Comments

  1. Aggiungiamoci anche il fatto che ormai il 90% della trasmissione è occupato dal culo della velina mora, da laurenti che fa il pirla, da autocelebrazione per i dati auditel del giorno prima, da servizi di ripicca verso chi parla male di stricia (gne gne gne) e via discorrendo…
    Sono allo sfascio.

  2. effettivamente anche quello della bionda…… comunque furrrrrrrrrrrrrrbo il nostro ricci. dite che riceverà il tapiro?????
    gli mandiamo il gabibbo????? che dite lo sommergiamo di e-mail?????? daidaidaidaidaidaidaidaidaidaidaidaidaidai

  3. Be’, è innegabile che Ricci è uno dei migliori professionisti nel panorama offerto da questo tipo di tv, e che sappia sfruttare molto bene il mondo in cui si trova a lavorare, molto meglio di chiunque altro. Che poi sia un mondo “de munnezza”, non discuto. Tra l’altro non è che questi “trucchi” siano gran segreti, o che lo scoprirli sia poi tutta ‘sta gran notizia : mi pare che siano tutti ben spiegati in un suo libro scritto diversi anni fa (“striscia la tv” , mi pare) in cui Ricci fa anche una analisi sui “bugs” dell’attuale sistema tv e come fare per sfruttarli al meglio. Quindi nessun tapiro, gabibbo o e-mail: quelli mandiamoli casomai a chi gli da audience.

  4. Mi sembra che ultimamente Striscia stia diventantato una sorta di “randello” per punire chi osa criticarli.
    Forte con i deboli (i vari Giurato, i fuori onda dei giornalisti collegati dall’Iraq, Sanremo e Pippo Baudo) ma vergognosamente servile con i poteri forti (De Filippi)

    Gm

  5. La De Filippi è un potere forte ? Non me n’ero accorto. Ma Tronchettone lo sa ? Che sia lei (la De Filippi) la nuova mente della finanza italiana, la nuova Cuccia ?

  6. La De Filippi è un potere forte ? Non me n’ero accorto. Ma Tronchettone lo sa ? Che sia lei (la De Filippi) la nuova mente della finanza italiana, la nuova Cuccia ?

  7. Ma anche il cambio di camicia di Bonolis è rilevante, ai fini Auditel?

    O la sequenza di immagini è montata con giorni diversi?

  8. Ricci è una volpe.
    però la notizia è vecchia, mi pare di averla già letta sull’Espresso.

  9. La De Filippi è una vera eminenza grigia della nostra tv. Non per meriti suoi, naturalmente. Se al fianco di “mr. camicia coi baffi” ci fosse stata ancora Marta Flavi, sarebbe stato lo stesso. La casa di produzione “Fascino” della sig.ra De Filippi si può dire che tenga Mediaset (quasi per intero) stretta per le palle. E non mi sembra poco. Di pochi giorni fa è la notizia che in coda al programma la “Maria nazionale” abbia invitato i telespettatori del suo programma a cambiare canale, a spostarsi su Canale5, per seguire il programma in seconda serata del suo compagno.

  10. e aloooooraaaaaa…
    e alooooooraaaaaa……

    ci vuol poco a toccare i tasti dolenti degli altri o a ridere di ogni minimo sbaglio che chiunque può commettere

    se questa è tv verità dovrebbero sbandierare anche i loro problemi invece di sotterrare il tutto

    anche se inutile io ho inviato un e-mail a striscia
    chissà!
    se lo facessimo tutti assieme interpellando anche altri programmi tipo la concorrenza o per esempio le Jene forse vedremmo spuntare anche i loro “malanni”

  11. io penso che stricia la notizia non vale un cavolo avete sentito come greggio e iacchetti sffotono BONOLIS stricia e una gran ca… e loro due pure vale molto dipiu AFFARI TUOI non pensate?

  12. Già. Per di più Bonolis i maghi e affini li prende per il culo, facendogli fare la figura degli idioti… Quelli di striscia mi erano già scaduti, ma adesso… ma possibile che l’auditel sia così importante?

    Mah…..

    Alf

Rispondi