Chapeau

Per quanto la posizione possa essere opinabile, la classe è classe. Andrea Marcenaro dal Foglio di sabato: “È che non c’è niente da fare: ai crucchi continua a rovinarli il carattere: ja-ja, nein-nein, più di quello non vanno. Che per loro, dopo tutto, è il solito tran tran. Si mettono nella merda da subito, soffrono, poi rimuginano un mezzo secolo sulla sconfitta e tornano a posto. Sono abituati. Ma noi? Noi? Che per colpa loro rischiamo pure di finire una guerra dalla stessa parte dove l’avevamo cominciata?”.

(Visited 7 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Rispondi