MAX ci vuole bene/2

Ritenendo di non aver sufficientemente fomentato il nostro ego con la recensione di Net To Be, a pagina 22 del numero di febbraio Max dedica uno spazio anche a Macchianera e agli ormai (inspiegabilmente) rinomati GNU Weblog Awards 2003. L’articolo di R.P. (Raffaele Panizza, I suppose) è visualizzabile come immagine cliccando qui o sull’icona a sinistra. Qui di seguito, invece, il testo nudo e crudo: DIAMO A MAX QUEL CHE È DI MAXNella classifica dei migliori blog dell’anno ci siamo anche noi, che blog non siamo. Ma, d’altronde, se c’è Sonia Cassiani…Gnueconomy.net è un sito olistico che ha per oggetto ‘Internet, la vita, l’universo, tutto quanto’. Tra le intercapedini di questa megalomania, ci sono scappati gli ‘GNU Weblog Awards 2003’, classificona sui migliori blog (sapete cosa sono, vero?) italiani in circolazione. E il bufalo d’oro in palio è andato a Wittgenstein.it, il sito di notizie e link del collaboratore di Max (e non solo…) Luca Sofri, che si aggiudica ben 4 oscar tra cui quello per la migliore rubrica, Re: No subject, leggibile anche sul weblog di Christian Rocca (altro collaboratore di Max), Camillo (www.ilfoglio.it/camillo). E qui il duro richiamo al copyright, sabbia negli occhi per gli anarcoidi del web: Re: No subject, infatti, non è altro che E-mail, la rubrica che ogni mese appare su Max, firmata per l’appunto da Sofri e Rocca. Diamo a Max quel che è di Max. E diamo all’indimenticata Sonia Cassiani (ve la ricordate, vero?) quel che si merita: il suo blog Insonia (insonia.it), con questo suffisso intrusivo poco adatto a una che si è dichiarata vergine per anni, vince ingiustificatamente il premio per il peggior nome e per il miglior bersaglio. Aiuto: la colonizzazione televisiva del web sta diventando retroattiva. (R.P.)”

(tratto da Max, febbraio 2003, Zapping, pag. 22)

Due sole considerazioni: 1) Panizza si è guadagnato la sempiterna riconoscenza di Sonia Cassiani (ma anche la mia, ovviamente) per essere stato il primo giornalista a citare il suo blog avendo cura di indicarne anche l’indirizzo; 2) Il (finto) premio messo in palio non era un bufalo, ma uno gnu d’oro.

(Visited 4 times, 1 visits today)

2 Comments

  1. Eccomi. Grazie di aver ripreso il pezzo su Net to be e sui blog. Per quanto riguarda l'”eterna gratitudine” di Sonia Cassiani, mi auguro che l’interposta persona di Gianluca Neri, per quanto piacevole, venga presto sostituita dalla fisicità di Sonia. Per il bufalo al posto dello Gnu non so che dire, sono stato proprio un cazzone. r.

  2. Io non sarei molto fiero di avere articoli da Max, a meno che non la vogliamo buttare semplicemente sul commerciale. In tal caso consiglio un bell’articolo sui blog anche su Astra, Playstation2 e Topolino. Con Wittgenstein in prima linea, ben citato, mi raccomando!

Rispondi