Fiori di Spam

Sono entrato, mio malgrado, in un giro di spam di una setta di pericolosi fanatici psicopatici, quella degli adepti dei “Fiori di Bach”. Tra ieri e oggi mi sono arrivate e-mail (in parecchie copie) da almeno tre mittenti diversi (ho avuto qualche difficoltà nel trovare la definizione corretta: ditte? organizzazioni? associazioni? a delinquere?). Leggo: “I Fiori di Bach provengono dalla natura incontaminata e sono essenze ricavate in forma assolutamente naturale da fiori, alberi e arbusti selvatici, che hanno la capacità di ripristinare le virtù dell’anima (trasformando l’impazienza in pazienza, l’intolleranza in tolleranza, la paura in coraggio, ecc.), dunque di correggere/capovolgere in maniera dolce e graduale i ‘difetti’ della personalità e gli stati d’animo negativi, che poi sarebbero alla base delle malattie. Una persona felice, gioiosa, serena e armonica si ammala con molte meno probabilità di una persona arrabbiata, risentita, insicura, impaurita, frustrata. Certo si tratta di un lavoro di consapevolezza, quindi bisogna avere capacità di autocritica e la voglia di voler diventare una persona migliore”. Piccolo inciso dedicato a chi non conosce i “Fiori di Bach”: trattasi di acqua zuccherata o aromatizzata attraverso l’essenza di alcuni fiori, appunto, spacciata in migliaia di boccette dai diversi effetti. Un poster (venduto a parte, e di cui ignoro le modalità di utilizzo) aiuta a scoprire quali sono quelle giuste per il proprio caso. Continuo a leggere, altra e-mail: La Relazione Appagante – Come riscoprirla in ascolto del ‘corpo-mente’. Nel corso del Laboratorio Esperienziale si esplorano nel corpo i pensieri limitanti che ci impediscono di vivere relazioni soddisfacenti, si lasciano emergere le immagini psicofisiche correlate e le si trasforma per dar vita ad una unione consapevole che non sia relazione simbiotica. Si utilizzano esercizi di Saggezza del Gesto, Rilassamento Dinamico, Scrittura dell’Anima, Espressione Vocale. Con Daniela Amadesi trainer psicofisico, Susanna Garavaglia trainer psicodinamico”. E poi, ancora: “Mercoledì 5 febbraio, alle ore 18, lo staff di www.floriterapia.com svolgerà un Miniseminario gratuito di Fiori di Bach presso lo studio medico ‘Take Off’, in via Luigi Perna 51 (Eur Montagnola, nelle vicinanze fra l’incrocio delle vie Cristoforo Colombo e Laurentina)”.
Siete tutti testimoni. Io non avrei voluto: sono stati loro ad iniziare. Per questo chiedo a chi di voi si trovasse a transitare il 5 febbraio nei pressi di via Luigi Perna 51, nelle vicinanze fra l’incrocio delle vie Cristoforo Colombo e Laurentina, di scovare uno di questi gonzi e – con molta cortesia – mandarlo a fare in culo da parte mia. Attenzione però: ho detto “con cortesia”. Al limite diteglielo con un fiore.

(Visited 4 times, 1 visits today)

2 Comments

  1. io fui abbindolato anni fa da una splendida ragazza…ero molto giovane e quando mi propose di “farmi i Fiori di Bach”, pensai che lei poteva farmi tutto quello che voleva, anche la Frutta di Mozart….
    dopo una approfondito esame sul mio essere (la parte migliore), mi scrisse una lista di 4 essenze, mandandomi in una erboristeria… Lì, in cambio di un boccetto pieno della suddetta acqua zuccherata dovetti lasciare 30.000 lirette…
    Assunsi la sostanza fino a che scoprii che la tipa in questione era legata ad un armadio a tre ante alto 1,90…..
    Il boccetto dovrebbe essere ancora in qualche remoto angolo della mia cantina….

  2. se non sapessi per certo che è totalmente incapace di mandare email (nonchè di accendere il computer tout court…), ipotizzerei che le email sui fiori di Bach te le ha mandate mia madre, e mi andrei a nascondere da qualche parte. per mia fortuna non è possibile. *phew*

Rispondi