So… let’s talk about “Fuffa Pride”

Fuffa - Made in ItalyQuando i segni per cui è ora di abbozzarla si manifestano, lo fanno in maniera talmente chiara che è impossibile (per molti, ma non per tutti) ignorarli. Francamente, credo che sia arrivato il momento.
Il periodo che ho appena riversato su questa pagina è inequivocabile, perentorio. C’è un solo modo per uscire dal ginepraio e – in pratica – continuare a discutere una questione malgrado la negazione di volerlo fare: è sufficiente aggiungere in coda un “Se non fosse che…”
Ecco, io credo, francamente, che su Carlo Formenti e QuintoStato si sia detto tutto ciò che si poteva dire, e che i diretti interessati abbiano fatto altrettanto. Se non fosse che, navigando per blog che ancora non conoscevo, ho scoperto che l’Italia è entrata ufficialmente a far parte della blogosfera esportando nel cyberspazio di lingua anglosassone la polemica riguardante la fuffa. Riporto da “You Only Tell Me You Love Me When You’re Drunk“: KINGS OF FUFFA… Foreigners (as in ‘people not living in Italy therefore not having to do with Italian journalists who think keeping a weblog should be their and their only prerogative’…) will probably laugh at us further more for what I’m about to type here… (as if this wasn’t enough already, I mean…) So…let’s talk about “orgoglio-fuffa“. I know how to translate “orgoglio”, that’s ‘pride’ for all you non-Italian-speaking people out there. As for the ‘fuffa’ bit, though, I’m afraid that’s a bit more difficult. Anyways, let’s just say in this specific case being labelled as ‘fuffa’ means something like you’re a ‘non – professional – writer – who – keeps – a – journal – who’s – far – more – popular – than – others – kept – by – professional – writers – whom – therefore – grow – jealous – and – start – throwing – mud – at – them – not – just – from – the – net – but – from – national – television – and – paper – magazines – as – well’. Let’s just say if Davezilla was Italian, and, lucky him, he’s not, he’d be king of ‘fuffa’. Apparently, he’s broken all the ‘real blogging’ rules, and so has almost anybody on my blogroll, therefore I declare him ‘fuffa’. I declare them *ALL* ‘fuffa’. I am ‘fuffa’ too. I like reading ‘fuffa’ and being ‘fuffa’. So what? Italian journalists… Do me a fuffaing favour, won’t you? So, the bottom line is: Spread the ‘fuffa gospel’, people! Long live ‘Fuffa Pride’!!!”. Davezilla, “The King”, si è fatto vivo nei commenti all’intervento: “I’ll happily be king. As my first decree, The Onion will become the official news service, replacing CNN. Poco dopo, sul suo blog, ha riportato la notizia: “When you’re here, you’re fuffaing family“: i commenti si sprecano e rappresentano, tra l’altro, l’unico modo attraverso il quale riuscirete a venire a capo del titolo del post. Uno fra tutti, quello di Suzanne: “I’d like to hear about the journalists and the bloggers in Italy fighting…”.
Lo dico per stemperare il clima, ma non pensate non sia serio: sono orgoglioso di Carlo Formenti. Non sono sicuro del fatto che l’esportazione di fuffa® possa contribuire a far incrementare il Prodotto Interno Lordo, ma se riusciremo a bissare il successo all’estero della Nutella sarà soltanto merito suo.

(Visited 7 times, 1 visits today)

7 Comments

  1. Ma si, e adesso che la fuffa diventa glamour grazie alla nostra campagna di immagine per il fuffa-pride, si aprono le prospettive per venderla a caro prezzo. Io darei il via ad una linea di abbigliamento (tipo parole di cotone). Farei la fuffa di cotone (o anche lana merinos, a seconda delle stagioni), con sopra impresse delle vere frasi fuffa tratte da siti fuffosi. Diffidare dale imitazioni (fuffa made in Naples), please.

  2. Ma si, e adesso che la fuffa diventa glamour grazie alla nostra campagna di immagine per il fuffa-pride, si aprono le prospettive per venderla a caro prezzo. Io darei il via ad una linea di abbigliamento (tipo parole di cotone). Farei la fuffa di cotone (o anche lana merinos, a seconda delle stagioni), con sopra impresse delle vere frasi fuffa tratte da siti fuffosi. Diffidare dale imitazioni (fuffa made in Naples), please.

  3. looptrain, la fuffa, finchè è made in Italy, è genuina, quindi pure quella made in Naples – è quando vedi fuffa made in China o made in Taiwan che devi cominciare a preoccuparti… ;-P

Rispondi