Giochiamo a Stay Behind?

E chi poteva immaginare che i Gladiatori di “Stay Behind” fossero un drappello di anziani nostalgici sfuggiti alle bocciofile e alle spume della parrocchia? Gladio ha un sito ufficiale che ce lo ricorda rievocando i fasti del passato e le amarezze del presente, tra cui “l’ultima battaglia”: “il riconoscimento ufficiale dei Gladiatori” da parte dello Stato. Dal sito emergono particolari inquietanti: che l’iscrizione al Club di Topolino era più formale dei fogli contrassegnati dal timbro “Segretissimo” attraverso i quali venivano reclutati i Gladiatori; che c’erano armi, e tante, fornite dagli Usa; e che una scalcagnata combriccola di grappa-dipendenti chiede oggi una medaglia per essersi tenuta pronta per anni ad intervenire con le suddette armi nel caso in cui i comunisti fossero andati al Governo. Che fossero comunisti o democristiani in questo caso poco conta: era gente che aveva pagato le tasse per finanziare elezioni che non avrebbe mai potuto vincere. Per una volta facciamo le cose per bene: un bel riconoscimento ai Gladiatori, e una patente da imbecille a chi per anni ha votato PCI giocando a poker senza sapere di essere il morto.

(Visited 5 times, 1 visits today)

1 Comment

Rispondi