Spedizione fotografica al Grande Fratello

Come Gianni e Pinotto: Gianluca Neri e Stefano Porro (quelli indicati dalla freccia) cercano di attirare l’attenzione del pubblico fingendosi Gianni e Pinotto. In quel momento passa Leonardo di Caprio e chiede loro un autografo. Memento mori: Il palo subito fuori da Cinecittà è diventato un punto di passaggio fondamentale per i fans del “Grande Fratello“. Mettere la firma significa dire: “io esisto”. Rallegriamoci…
Target: Se avete intenzione di lanciare messaggi dentro la casa del Grande Fratello, andate a Roma nel parco adiacente a via Vincenzo Lamaro e gettate in direzione della freccia gialla con tutte le vostre forze. Noi però ve lo sconsigliamo caldamente… Via Lamaro: una sfigatissima via di Roma è diventata il punto di ritrovo di tutti i bolsi, pardon, fan, del GF. Gianluca Neri e Stefano Porro hanno rintracciato la strada più famosa di Roma dopo via dei Condotti. La si trova facilmente: basta seguire le urla della gente.
Clarence al muro: non è Auschiwtz, e nemmeno Alcatraz, ma la palizzata che divide Cinecittà dalla pubblica via. Da qualche giorno quest’orrenda gettata di cemento sembra più decorativa. Resti del cretaceo: palline lanciate dai fan. Questa sembra risalire al periodo dell’homo stupidus. Non è un escremento, ma la prova effettiva che le palline dentro la casa del Grande Fratello le tirano davvero. Questo è un reperto risalente a qualche settimana fa.
Keanu Neri Reeves: è lui, sceso a Roma per salvarci dall’istupidimento generale creato dal Grande Fratello. Meno male che ci sono eroi come lui. Da osservare la posa plastica. Guardate e ammirate: il neo-miliardario Gianluca Neri staziona davanti alla casa del Grande Fratello. Neri: come gli occhiali che Gianluca usa per non farsi riconoscere. Dobbiamo scappare, perché i cacciatori di autografi l’hanno adocchiato. Keanu Neri Reeves raccoglie reperti lasciati dagli appassionati del Grande Fratello. Alle sue spalle, la torretta delle trasmissioni e la casa dove vivono i concorrenti.
L’entrata: benvenuti nella micro-comunità del Grande Fratello, dove tutti si rompono le palle, tranne Taricone e soci. Achtung! Verboten! Pussa via! Siete di fronte al limite invalicabile oltre il quale iniziano gli studios del Grande Fratello. Leggendo i cartelli, fatevi un’idea dell’imponenza dell’organizzazione. L’ascesi: l’ultima salita sbarrata che si deve superare prima di accedere agli studi. Achtung! Verboten! Pussa via! Numero 2. Se avete intenzione di andare a trovare Pietro, Marina e gli altri, dovete passare da questa salita e girare a sinistra. Vi sconsigliamo dal farlo a meno che non siate il presidente Ciampi o Daria Bignardi.
Passeggiando: sulla passerella del Grande Fratello. Neri si lancia in un defilé alla Grande Giuditta. E’ la strafamosa passerella che porta all’entrata dell’acquario mediatico. In passerella, il fondatore di Clarence e neo-miliardario Gianluca Neri. La regia: un intero bugigattolo solo per controllare i suoni e i rumori di quello che accade dentro la casa. Una parte di backstage. La casa del Grande Fratello è attorniata da un’immensa bidonville tecnologica che serve a mandare in onda la trasmissione 24 ore su 24.
Cinzia: come non ringraziare la povera ufficio stampa del Grande Fratello che è riuscita a starci dietro per tutta la durata del servizio? Accidenti, non siamo riusciti a seminarla… Nella foto la vedete con l’inviato religioso di Clarence Father Porro. War Games: la sala regia del Grande Fratello è una macchina complessa che funziona 24 ore su 24. Stress permettendo. Peggio della Nasa. Così si presenta agli occhi dello sparuto visitatore la regia del Grande Fratello. Non stupitevi di fronte alla maestosità delle apparecchiature, quanto al fatto che funziona 24 ore su 24 senza pausa.
(Visited 19 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Rispondi